Sample Text

Niente da fare, c'è sempre troppo tifo...

martedì 31 dicembre 2019

liber

Quest'anno non ho letto poco, ho letto pochissimo e non sempre ciò che ho letto mi è piaciuto :D in effetti non sempre ho seguito i consigli degli amici blogger letterari. L'anno prossimo mi impegnerò di più :DDD


giovedì 26 dicembre 2019

Buon natale 2019

#€
O
OO
OOO
OOOO
OOOOO
OOOOOO
OOOOOOO
OOOOOOOO
OOOOOOOOO
OOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOO
III
III
IIIIIIIII

azz.... Mi ero scordato il natale.... Auguri a tutti

venerdì 29 novembre 2019

cose viste

hereditary (horror - usa - 2018)

dello stesso regista di Midsommar, sempre con la stessa lentezza, ma questo ha un'atmosfera decisamente più inquietante e angosciante. non male, ma mi aspettavo di più (la devo smettere di guardare prima i trailer)




gli ultimi saranno gli ultimi (drammatico . italia - 2015)

una piacevole visione, peccato per il lieto fine, la storia diventa meno "efficace"







climax (horror - francia - 2018)

un'esperienza, peccato non averlo visto al cinema


sabato 9 novembre 2019

cose viste

Escape room (azione - Usa - 2019)

carino, ma mi chiedo perchè qualcuno l'abbia messo in una classifica di film dell'orrore... mah








La ragazza nella nebbia (drammatico - italia - 2017)

un peccato non aver letto il libro che di solito è meglio del film e il film non è niente male !








Midsommar (drammatico - usa - 2019)

il trailer mi aveva intrigato parecchio, il film in se non è brutto e la storia è interessante, peccato non faccia paura e sia anche mooolto lento e lungo (ho visto la director cut con 25 min in più). xomunque lo consiglierei.

domenica 3 novembre 2019

cose viste

era da aprile che non mi sedevo a guardare un film; i primi giorni veri d'autunno mi hanno invitato a prendere possesso del divano e dato che halloween è passato da poco perchè non guardare qualche belll'horror ?

Us - Noi (Horror - Usa - 2019)

mi aspettavo di più dall'ultimo lavoro di Jordan Peele. In effetti non è niente di terrificante, ma il finale a sorpresa te lo fa apprezzare di più. Buono.







Unsane (Thriller - Usa - 2018)

banalizzando direi un bel film sulla malasanità statunitense









A quiet place (horror - Usa - 2018)




non mi ha annoiato, ma nemmeno inquietato.

mercoledì 23 ottobre 2019

Esco a fare un giro in bici: da Bolzano ad Aquileia

23-27set2019: tra Italia, Austria e Slovenia, interamente su piste ciclabili e itinerari cicloturistici

Un miracolo mi permette di programmare questa breve vacanza in bicicletta in un periodo piuttosto buono: la fine di settembre non fa più caldo come nei mesi estivi e le giornate hanno ancora molte ore di luce; l'unica incognita la pioggia prevista in questa settimana e il poco preavviso avuto che mi ha fatto studiare l'itinerario rubando qualche ora al sonno.

Alla fine ne è uscito un viaggio relativamente poco lontano da casa fatto praticamente tutto su piste ciclabili, tranne che per il tratto sloveno da kranjsca Gora a Kobarid che è un intinerario ciclabile ma su strada normale a basso traffico.

L'itinerario in breve:
giorno 1 - Bolzano - Brunico (ciclovia del sole + ciclabile della val Pusteria)
giorno 2 - Brunico - Berg im Drautal (ciclabile della val Pusteria + ciclabile della Drava)
giorno 3 - Berg im Drautal - Villach (ciclabile della Drava)
giorno 4 - Villach - Kobarid (ciclovia Alpe Adria + itinerario ciclabile SLO1)
giorno 5 - Kobarid - Aquileia (itinerario FVG3 + ciclovia Alpe Adria)


di seguito qualche foto (pessima come al solito) e due righe, per chi avesse voglia...

sabato 7 settembre 2019

vacanze spagnole: una settimana a Minorca

22-29giu2019:


Come sempre capita ultimamente posto il mio resoconto sulla vacanza estiva con estremo ritardo. In realtà ho davvero poche parole per descrivere Minorca: bellissima. Credo sia uno dei posti migliori dove io sia andato al mare, per il clima, la temperatura dell'acqua, la bellezza, la varietà delle spiaggie e i servizi... praticamente assenti.

Questo periodo di giugno non è ancora altissima stagione per cui non c'era troppa ressa, a parte alla festa di san Juan a Ciutadella dove c'era tutta l'isola ;D

Quest'anno ho preso un appartamentino in un residence con piscina a Cap D'Artoux nella zona sud dell'isola pensando di fare una buona scelta visto che le spiagge più famose sono a sud; in realtà tutte le strade per il mare se lo si vuole raggiungere in macchina partono dalla strada principale che taglia l'isola in due e collega i due centri principali, Mahon (il capoluogo) e Ciutadella per cui ogni volta dovevo guidare verso nord per alcuni chilometri. Per fortuna non c'è mai stato traffico. Le strade interne diverse dalla principale sono davvero molto strette e i muretti a secco, onnipresenti in tutta l'isola, tendono ad accarezzare la carrozzeria del mezzo.

Spiagge attrezzate se ne trovano ma la maggior parte sono libere (unica spesa l'ombrellone che poi ho regalato l'ultimo giorno a una coppia "senz'ombra") e le più belle oltretutto richiedevano sempre un certo tempo di cammino dal parcheggio trasformando parte della vacanza in piccoli trekking. In realtà è possibile girare tutta l'isola a piedi seguendo il "camì de cavals", ben segnalato lungo tutto il litorale.

Quest'anno ho documentato le numerose passeggiate facendo video, video che purtroppo non vedrete perchè non ho tempo di fare un montaggio serio. A corredo di questo post lascio solo sette foto delle sette spiagge che mi sono piaciute di più.

il riassunto in sette spiagge


mercoledì 21 agosto 2019

17ago19 - dal rifugio Croce di Marone al rifugio Almici (monte Guglielmo(

a/r 13 km circa
Dopo tre anni (l'ultima volta QUI) decidiamo di salire sul monte Guglielmo. Relativamente vicino a casa, una sessantina di chilometri, può venirci anche il nostro cane che pur essendo di piccola taglia è un buon camminatore ma soffre di mal d'auto. A differenza dell'ultima volta decidiamo di partire un po' più in alto e raggiungiamo il rifugio Croce di Marone in automobile seguendo la stradina asfaltata (via Madonna della Rota) dopo Cislano che si raggiunge dopo 6,5 km circa. Il parcheggio per le automobili c'è ma non è molto ma un posticino per la nostra lo abbiamo trovato fortunatamente.

Da li si sale col primo tratto nel bosco fino al Rifugio Malpensata per poi raggiungere le malghe Guglielmo di sotto, Guglielmo di sopra e infine il rifugio Almici- Quest'anno non abbiamo raggiunto la cima del Guglielmo che anche se facile era comunque coperta dalle nubi. Anche al livello del rifugio quando il sole se ne stava dietro le nuvole faceva "freschino", ma sono riuscito lo stesso a schiacciare un pisolno sul prato prima di tornare indietro.

Come sempre qualche pessima foto:

martedì 20 agosto 2019

14ago19: a Livigno, l'invasione delle eBike

Quest'anno c'eravamo già stati durante il week end lungo a Bormio. Stavolta, tra una gita e l'altra mi sono fatto convincere ad andarci. Nulla di particolare da raccontare, per ciò che mi riguarda le solite "vasche" nella via dello shopping per cui vi chiederete perchè perdo tempo a scrivere questo post?

Perchè come forse avrete capito ogni tanto vado in bici e a Livigno (ma sempre più spesso anche in altre zone di montagna)  ho visto il ""futuro della mobilità sostenibile""", bici elettriche di ogni forma, marca, prezzo, per lo sport, ma anche per andare a fare la spesa, una pedalatina e via, in salita senza sforzi (fino a quando c'è corrente nella batteria :D)

Per intenderci, non sono contrario alle bici elettriche e agli usi più disparati che ognuno possa farne. Sono contrario al fatto che quei mezzi di trasposto vengano ancora equiparati a semplici biciclette, perchè il motore che fa una enorme differenza le rende ormai molto simili a dei motocicli con tutto quel che ne consegue.

Mi ha stupito poi vedere dei bambini andare in giro con la "bici a pedalata assistita" e girando in rete poi scopri roba tipo questa o quest'altra ... e boh io resto senza parole.

tutto qui. sarò una specie di ciclotalebano ? o forse sto solo diventando vecchio ?

ecco dove andremo a finire

domenica 18 agosto 2019

12ago19 - salita ai laghi artificiali della val d'Avio

a/r circa 17 km
Quest'anno avendo solo una settimana in agosto abbiamo deciso di fare un paio di giri sui monti della nostra provincia intrigati dal precedente giro fatto al lago della vacca. L'idea iniziale era di arrivare al rifugio Garibaldi partendo dalla malga Caldea poco sopra Temù, purtroppo non me la sono sentita di arrivare con la nostra macchinetta fino alla malga (la strada non è proprio adatta a un'utilitaria) per cui avendo aggiunto altri chilometri a piedi arrivati ai laghi il buon senso ci ha fatto desistere aiutati nella decisione anche dal meteo non proprio clemente quel giorno (vento e pioggia in quota).

Temù non è proprio dietro l'angolo (circa 120 km da casa mia) per cui sveglia di buon ora e seconda colazione a Edolo dopo un'ora di strada senza traffico per fortuna. La val d'Avio è una valle laterale dell'alta val Camonica, qualche informazione la si trova qui e qui .

la salita alla malga non è stata per nulla difficile; il tratto fisicamente più impegnativo secondo me è il tratto di strada asfaltata formato da una serie di tornanti che dalla malga sale al primo laghetto, strada di servizio usata dai tecnici dell'Enel:  strada con pendenze a doppia cifra, dura per il cuore in salita e durissima per le ginocchia in discesa. Ho scoperto più tardi che da Temù esiste un servizio taxi che ti porta fino sopra (ma noi siamo duri e puri... :D :D)

qualche foto pessima fatta col cellulare a corredo del post

martedì 30 luglio 2019

21lug19: a spasso sull'Adamello: gita al lago della vacca

Sono tornato da un bel po' ormai che l'immagine di quella bella laguna che campeggiava nel post precedente è quasi un ricordo sbiadito. Intanto, nell'attesa dell'ispirazione per scrivere due righe sulla settimana al mare di quest'anno vergo questo breve foto-resoconto della passeggiata in montagna di due domeniche or sono.

fonte: web
la montagna in inverno preferisco evitarla, ma con la bella stagione cerco di andarci almeno un paio di volte ì'anno. E se devo dirla tutta da solo ci andrei anche in bici :D ma quando sono in compagnia allora un paio di scarpe comode è tutto quello che serve. La scelta di raggiungere il rifugio Tita Secchi al lago della vacca a 2367 m  non è casuale: la nostra scarsa preparazione ci fa sempre propendere per sentieri turistico-escursionistici e questo itinerario, molto frequentato, è adatto a tutti. Ho visto molte famiglie con bambini piccoli, noi invece ci siamo andati col cane.


abbiamo lasciato l'automobile in uno spiazzo (già pieno alle 9) nei pressi della malga Cadino. Da qui si raggiunge il sentiero che dai 1800 e rotti della malga porta alla Corna Bianca (2020) per poi proseguire fino ad incrociare l'alta via dell'Adamello che conduce al lago della vacca e al rifugio. Noi che ce la siamo presa davvero comoda ci abbiamo messo poco meno di tre ore all'andata e meno di due al ritorno.

Qualche foto della passeggiata:

sabato 18 maggio 2019

Esco a fare un giro in bici: 100 km e 10 castelli



Domenica scorsa ho mollato per qualche ora la mia asocialità ciclistica per buttarmi nella ressa di un evento collettivo. In realtà volevo già parteciparvi all'edizione precedente ma chi si ricorda più perchè ho rinunciato.
Questa volta crollasse il mondo ci sarei andato. E dopo un rinvio per maltempo e una tromba d'aria in zona proprio sabato sera dovevo solo decidere con quale mezzo raggiungere il luogo di partenza della manifestazione. Vuoi la poca voglia di smontar la bici, vuoi perchè domenica verso le 6.30 ha smesso di piovere sta di fatto che a Orzinuovi ci sono andato in bici aggiungendo al centinaio di chilometri previsti un'altra quarantina.


L'evento organizzato dal g.s Croce Verde di Orzinuovi era aperto a tutti senza le menate di tanti eventi che chiedono iscrizioni a squadre o tessere varie, senza contare i vari certificati medici di buona salute e senza costi d'iscrizione se non l'eventuale (e per me doverosa visto lo sforzo organizzativo) offerta libera. Alla fine parteciperanno circa 600 ciclisti dei 1200 previsti, vittime della paura di una pioggia che non cadrà !

dopo metto il casco !
E come scrivevo poco sopra parto appena spiove sotto un cielo plumbeo e i postumi di un all can you eat di sushi raggiungendo la cittadina orceana in meno di un'ora. Sbrigate le formalità (ritiro del roadbook e tanti saluti) è già il momento di partire. Si parte alla francese, ovvero, sei pronto ? vai pure. In realtà c'è una partenza collettiva per le 7.45

Purtroppo per le foto mi sono affidato alla piccola action cam custodita dentro il guscio impermeabile. La qualità delle immagini è quel che l'è  per cui sapete a cosa andate incontro proseguendo la lettura di questo post


sabato 27 aprile 2019

cose viste

hill of freedom (drammatico - corea del sud - 2014)

confuso e delicato









journeyman (drammatico . gran bretagna . 2017)

un bellissimo film sulla boxe che va oltre la boxe









tyrel (commedia - usa . 2018)

la narrazione del disagio di quando si va a fare una vacanza con gente che ti sta tutta sulle balle. In realtà non è una commedia ma un vero dramma. Mah...

martedì 23 aprile 2019

cose viste

chien (drammatico . francia - 2017)

se ami i cani amerai questo film. molto bello.










for those in peril (drammatico - gran bretagna - 2013)

la difficile elaborazione del lutto in un piccolo villaggio di pescatori scozzese. Se riesci a stare sveglio non ti dispiacerà.








Possum (thriller - gran bretagna - 2018)

bello ma di difficile comprensione ... almeno per me

sabato 20 aprile 2019

buona pasqua


E niente, ho scoperto da poco (perdendo pure una scommessa) che ci sono torte con le uova intere dentro... ma non sarà una cosa poco igienica ?????

comunque buona pasqua a tutti

domenica 7 aprile 2019

cose viste

Nebraska (commedia usa - 2013)

Visto alla tele il giorno della festa del papà, direi un film perfetto per quella giornata. Mi è anche piaciuto.









Lettere da Berlino (drammatico - germania - 2015)

Carino. Non ho altro da aggiungere.









Delirium (rammatico - ucraina - 2013)

Gli darò un'altra possibilità, nel frattempo posso solo dire che dopo le prime scene mi ha fatto dormire di brutto :D

martedì 2 aprile 2019

scorribande ciclistiche primaverili

Un post con nulla di particolare dentro, se non qualche foto ricordo di posti già visti pedalando più o meno dalle mie parti, più che altro strade e sentieri.







poche foto giuro.

giovedì 21 marzo 2019

esco a fare due passi: all'eremo di San Valentino

Con i primi giorni di marzo che sembrano già di primavera inoltrata la domenica pomeriggio non la trascorro più spaparanzato sul divano a guardare film ma  vengo assalito da una gran voglia di uscire. Siccome tengo famiglia che malgrado i miei tentativi non pedala, opto per una breve passeggiata in collina sul lago di Garda.
L'ispirazione l'ho presa da questo sito che di andare nei soliti posti, magari a guardar vetrine, non ne avevo voglia. Lasciamo la macchina a Sasso, frazione di Gargnano e seguendo le indicazioni presenti già in paese seguiamo il sentiero 31




sabato 16 marzo 2019

Come va la nuova sella ?

In questo post annunciavo l'acquisto della B17.

Dopo i primi 400 chilometri posso dire che il rodaggio è finito. Non ho fatto lunghissimi tragitti, al massimo quattro ore in sella che le giornate sono ancora corte. Per il momento posso ritenermi soddisfatto, anche se la prova del fuoco la farò con la bella stagione quando proverò a fare un po' di chilometri senza il pantaloncino col fondello imbottito.



Il mio culo per il momento è felice e contento (a proposito, vi saluta tutti)
immagine di repertorio (qui nel 2012 dopo la 24h di Cremona)

lunedì 4 marzo 2019

cose viste

Cache (thriller - austria francia - 2005)

il finale non risponde alle domande che ci si fa durante la visione di questo film lento (lleeennntttoooo) e angosciante. C'è sempre una leggera tensione, stavolta Haneke non mi ha fatto dormire :D






One cut of the dead (horror - giappone - 2017)

un film distribuito in Italica col titolo di "zombie contro zombie" e che al botteghino ha incassato ben 7000 € (dati mymovies). Un film che non merita questo "insuccesso" perchè in realtà è veramente geniale. Bellissimo.





Import-Export (drammatico - austria - 2007)


Le immagini invernali dei fatiscenti quartieri ucraini e la vita dei ricoverati all'ospizio. Un film visivamente triste che in qualche modo si è lasciato guardare.

sabato 16 febbraio 2019

festival

finalmente posso scrivere qualche riga sul festival di Sanremo. Prima non ho mai potuto perchè non l'ho mai veramente guardato. Questa volta invece mi è capitato di trovarmi nella stessa stanza con la tv accesa e mi sono lasciato incuriosire. La foto qui a fianco sta a dimostrare che non sto mentendo e mi immortala mentre ascolto tal Nino d'Angelo e un altro tipo che cantano in una lingua a me poco comprensibile (o forse avrei dovuto alzare il volume).
E niente. Questo è tutto quello che ho da dire su questa roba


venerdì 8 febbraio 2019

ridendo e scherzando, un anno dopo






Un anno fa mi vantavo qui di aver fatto un anno di esercizi su Duolingo per imparare il francese. Quel corso (nella sua versione gratuita) l'ho finito. Ho delle basi che prima sicuramente non avevo. Se continuassi almeno a ripassare sicuramente potrei migliorare, invece ho deciso di buttarmi sul tedesco :D
Purtroppo non è facile come il francese, ma qualcosa comincio a capirci. Tra qualche mese, per la felicità di chi passa ancora da queste parti produrrò il mio primo (e penso anche ultimo) post in tedesco :DDDD

auf wiedersehen