Sample Text

Assente ingiustificato 😁

lunedì 4 febbraio 2019

godere col culo

il titolo è una scelta editoriale discutibile per attirare il maggior numero di lettori coi quali volevo condividere l'acquisto di una sella Brooks per la mia bici.
Francamente mi sono sempre adattato senza grossissimi problemi a qualsiasi tipo di sella però dovendo sostituirne una (quella della MTB ormai è consumata e si vede la gommapiuma sottostante (!!!!)) ho deciso di vedere come reagiranno le mie chiappe appoggiate ore e ore sulle tanto decantate (dai cicloturisti di tutto il mondo) selle inglesi.
la sella è in cuoio, ma se siete vegani Brooks ha anche delle alternative

Non ci sta male quella B17 color miele sulla mia Hobo, anzi mi fa venir voglia di nastrare il manubrio con un nastro in cuoio dello stesso colore.

L'immagine l'ho presa dal sito ufficiale di Brooks però non l'ho pagata quei 110€ che mi sembrano eccessivi per il confort delle mie chiappe, l'ho pagata molto meno su uno dei tanti siti che vendono roba online.

L'ho già provata (una trentina di chilometri tra un acquazzone e l'altro) e le prime sensazioni sono molto buone. Nei prossimi mesi dopo un utilizzo (spero) più intenso potrò dire la mia e aggiungerò un'altra recensione alle millemila presenti nel web.

6 commenti:

  1. Clickbaiting: lo stai facendo bene **
    In ogni caso, poi dovresti dire che il sellino va tolto, per godere effettivamente :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si si, magari un giorno di questi faccio anche un test !!! :DDD

      Elimina
    2. Fammi sapere che brevettiamo :D

      Moz-

      Elimina
    3. mah... per il brevetto credo che siamo arrivati tardi :D

      Elimina
  2. MA NO, DAI. Ma poi che gusto c'è nel fare una lunga uscita in bici se non puoi nemmeno lamentarti del male posteriore il giorno dopo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà, essendo perseguitato dalla frase: "l'hai voluta la bicicletta..." tendo a non lamentarmi mai delle mie uscite ciclistiche, anche le più dolorose :D

      Elimina

commenti? fate vobis