Sample Text

Niente da fare, c'è sempre troppo tifo...

mercoledì 21 agosto 2019

17ago19 - dal rifugio Croce di Marone al rifugio Almici (monte Guglielmo(

a/r 13 km circa
Dopo tre anni (l'ultima volta QUI) decidiamo di salire sul monte Guglielmo. Relativamente vicino a casa, una sessantina di chilometri, può venirci anche il nostro cane che pur essendo di piccola taglia è un buon camminatore ma soffre di mal d'auto. A differenza dell'ultima volta decidiamo di partire un po' più in alto e raggiungiamo il rifugio Croce di Marone in automobile seguendo la stradina asfaltata (via Madonna della Rota) dopo Cislano che si raggiunge dopo 6,5 km circa. Il parcheggio per le automobili c'è ma non è molto ma un posticino per la nostra lo abbiamo trovato fortunatamente.

Da li si sale col primo tratto nel bosco fino al Rifugio Malpensata per poi raggiungere le malghe Guglielmo di sotto, Guglielmo di sopra e infine il rifugio Almici- Quest'anno non abbiamo raggiunto la cima del Guglielmo che anche se facile era comunque coperta dalle nubi. Anche al livello del rifugio quando il sole se ne stava dietro le nuvole faceva "freschino", ma sono riuscito lo stesso a schiacciare un pisolno sul prato prima di tornare indietro.

Come sempre qualche pessima foto:

martedì 20 agosto 2019

14ago19: a Livigno, l'invasione delle eBike

Quest'anno c'eravamo già stati durante il week end lungo a Bormio. Stavolta, tra una gita e l'altra mi sono fatto convincere ad andarci. Nulla di particolare da raccontare, per ciò che mi riguarda le solite "vasche" nella via dello shopping per cui vi chiederete perchè perdo tempo a scrivere questo post?

Perchè come forse avrete capito ogni tanto vado in bici e a Livigno (ma sempre più spesso anche in altre zone di montagna)  ho visto il ""futuro della mobilità sostenibile""", bici elettriche di ogni forma, marca, prezzo, per lo sport, ma anche per andare a fare la spesa, una pedalatina e via, in salita senza sforzi (fino a quando c'è corrente nella batteria :D)

Per intenderci, non sono contrario alle bici elettriche e agli usi più disparati che ognuno possa farne. Sono contrario al fatto che quei mezzi di trasposto vengano ancora equiparati a semplici biciclette, perchè il motore che fa una enorme differenza le rende ormai molto simili a dei motocicli con tutto quel che ne consegue.

Mi ha stupito poi vedere dei bambini andare in giro con la "bici a pedalata assistita" e girando in rete poi scopri roba tipo questa o quest'altra ... e boh io resto senza parole.

tutto qui. sarò una specie di ciclotalebano ? o forse sto solo diventando vecchio ?

ecco dove andremo a finire

domenica 18 agosto 2019

12ago19 - salita ai laghi artificiali della val d'Avio

a/r circa 17 km
Quest'anno avendo solo una settimana in agosto abbiamo deciso di fare un paio di giri sui monti della nostra provincia intrigati dal precedente giro fatto al lago della vacca. L'idea iniziale era di arrivare al rifugio Garibaldi partendo dalla malga Caldea poco sopra Temù, purtroppo non me la sono sentita di arrivare con la nostra macchinetta fino alla malga (la strada non è proprio adatta a un'utilitaria) per cui avendo aggiunto altri chilometri a piedi arrivati ai laghi il buon senso ci ha fatto desistere aiutati nella decisione anche dal meteo non proprio clemente quel giorno (vento e pioggia in quota).

Temù non è proprio dietro l'angolo (circa 120 km da casa mia) per cui sveglia di buon ora e seconda colazione a Edolo dopo un'ora di strada senza traffico per fortuna. La val d'Avio è una valle laterale dell'alta val Camonica, qualche informazione la si trova qui e qui .

la salita alla malga non è stata per nulla difficile; il tratto fisicamente più impegnativo secondo me è il tratto di strada asfaltata formato da una serie di tornanti che dalla malga sale al primo laghetto, strada di servizio usata dai tecnici dell'Enel:  strada con pendenze a doppia cifra, dura per il cuore in salita e durissima per le ginocchia in discesa. Ho scoperto più tardi che da Temù esiste un servizio taxi che ti porta fino sopra (ma noi siamo duri e puri... :D :D)

qualche foto pessima fatta col cellulare a corredo del post