Sample Text

Niente da fare, c'è sempre troppo tifo...

giovedì 31 dicembre 2020

L'ultimo dell'anno

gli ultimi anni ho sempre fatto l'ultima pedalata il 30 dicembre, ieri invece ho fatto un paio di tamponi e finisco il 2020 a braccetto col covid che mi accompagnerà (spero solo) per i primi giorni del 2021.

Per il momento nulla da segnalare per cui i miei legittimi eredi stiano al loro posto che ho ancora migliaia di chilometri da pedalare il prossimo anno. L'unica nota stonata è che non posso godere a pieno della compagnia dei miei congiunti e dei sapori delle libagioni presenti a tavola; è sempre comunque meglio che avere un tubo infilato nella trachea.

auguro a tutti i miei più sinceri auguri per un 2021 scoppiettante 😂



 

lunedì 28 dicembre 2020

grazie dei libri

due lock down, con un mese praticamente chiuso in casa, ma quest'anno ho letto praticamente nulla o quasi. Ho sperimentato ad onor del vero la lettura in formato elettronico, molto comoda in certe occasioni, ma non mi ha entusiasmato. Come sempre ringrazio chi, anche senza saperlo, mi ha consigliato una buona lettura.




sabato 26 dicembre 2020

cose viste

apocalypto (drammatico - usa- 2006) 

rivisto in questi giorni, sempre un gran bel film



 

 

 

 

 

 

 

diamanti grezzi (drammatico - usa - 2019)

a casa mia è improvvisamente arrivata Netflix, inaugurato con questo godibilissimo film

 

 

 

 

 

 

 

kadaver (horror - norvegia - 2020)

nell'anno orribile per il teatro a causa del covid, il teatro è protagonista di questo horror che pur sembrando piuttosto scontato nello svolgersi della trama ha il pregio di tenerti incollato allo schermo

martedì 8 dicembre 2020

tre e trentatre

fonte: web .... però sembra la sveglia di mia nonna
Io non soffro di insonnia anzi, mi capita di andare a letto anche piuttosto presto tipo le 22-22.30 tentando di leggere un po' ma molto spesso gli occhi mi si chiudono da soli e non è raro che mi trovino con la schiena appoggiata al cuscino, con un libro in mano che sto dormendo come un sasso.

Il problema è che negli ultimi mesi mi è capitato tantissime volte di svegliarmi nel cuore della notte e di non riuscire a riprendere sonno subito come vorrei. E l'ora del risveglio è sempre tra le tre e le tre e trenta.

Avendo già una certa età ho subito ipotizzato che fossero stimoli fisiologici a svegliarmi; intendiamoci per provare a riaddormentarmi vado anche a fare un goccio in bagno. Ho anche cercato possibili cause ambientali, che ne so, rumori provenienti dalla non troppo distante fonderia, il cane o i vicini di casa, ma mi è capitata questa cosa anche quando sono in vacanza a mille mila chilometri da casa o in posti ipertranquilli e insonorizzati per cui ho scartato anche questa ipotesi. Che altro resta? Sono troppo stressato ? in realtà lavoro troppo (per i miei gusti!) ma non vedo il motivo di dovermi svegliare sempre alla stessa ora, vorrei che lo stress mi svegliasse alle 2 o alle 4,43 ogni tanto... Mangio troppo la sera ?  Può darsi, però faccio spesso anche una passeggiata col cane dopo cena per ridurre lo stress e favorire la digestione :D

Alla lunga poi quasi sempre mi addormento di nuovo e anche se mi è parso di essere rimasto sveglio per un'eternità quando suona la sveglia non sono nemmeno stanco.

Altra cosa strana è che conosco un po' di persone che mi dicono che la stessa cosa capita anche a loro (la stranezza sta nell'orario, simile al mio), credo che se ci organizzassimo potremmo farci compagnia, magari creo un gruppo su whasapp :-D

Ovviamente sono andato in rete a cercare informazioni e ci sono in giro un sacco di teorie affascinanti provenienti per lo più dalla medicina cinese (un paio di esempi QUI e QUI) che tirano in ballo bioritmi, livelli energetici o problemi agli organi tipo fegato o polmoni.

E in effetti potrebbe essere un problema legato alla respirazione, infatti mi dicono che russo molto forte, probabilmente talmente forte che mi sveglio da solo :-D

E voi ? a che ora vi svegliate ?

 

NOTA: Il titolo del post è avanti di tre minuti rispetto ai miei risvegli ma in realtà è ispirato a un episodio della quarta stagione di CSI New York dove il protagonista riceve chiamate anonime nel cuore della notte alle tre e trentatre.