Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

mercoledì 18 aprile 2012

CULInaria faidamè: la farinata di ceci

Simile a una focaccia e probabile che anch'essa sia di origini liguri la farinata di ceci è tra le altre cose un ottimo sostituto alla classica frittata fatta con le uova che se sei un integralista vegetariano non la puoi mangiare.
In rete ci sono un sacco di ricette, ma se avete una teglia medio piccola tipo la mia di 30 cm di diametro le dosi di questa ricetta dovrebbero essere quelle ideali.

Ingredienti:
  • 250 g di farina di ceci
  • 2 cucchiaini di sale
  • 2 rametti di rosmarino secco
  • 500 cc di acqua
  • 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva


Si mette la farina di ceci in una terrina, poi il sale, l'olio, il rosmarino (ovviamente le foglie) e quindi si aggiunge un po' alla volta l'acqua cercando di evitare che si formino i grumi; molte ricette consigliano di setacciare la farina, ma io non l'ho fatto e di grumi non ce ne sono stati.


L'impasto ottenuto dovra essere piuttosto liquido. Si copre e si lascia riposare almeno tre ore a temperatura ambiente. (molte ricette consigliano anche 8 o più ore). Alla fine potrebbe essersi formata una schiumetta sulle superficie: va rimossa con un mestolo forato o un cucchiaio.


Quindi si unge benissimo una teglia e si versa il composto.


Prima di infornare mettere sulla superficie ancora un po' di olio evo.
Mettere la teglia in forno a 200 gradi per 20-30 minuti, fino a quando la parte superiore comincia a dorare. Potrebbe essere necessario far scaldare solo "la parte superiore" per alcuni minuti, vedete voi, dipenderà dal vostro forno.


cotta.....................


.......................................... e mangiata !!!!! XD


NOTA:

in giardino ho un bel cespuglio di rosmarino ma ho dimenticato di togliere un rametto e farlo seccare. Ho rimediato usando altri ingredienti, ovvero ci ho messo un po' di peperoncino, del pepe e dell'origano.
Se sono qui a raccontarvelo vuol dire che morto non sono!

9 commenti:

  1. metttico! Ma è la cecina!
    Ma quanto è buona?
    Il suo top è come la servono a livorno, in mezzo ad un panino caldo.
    cinque e cinque, si chiama (cinque di pane e cinque di cecina), dove i cinque penso fossero i centesimi di un secolo fa.

    RispondiElimina
  2. Ma che meraviglia!

    Grazie per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. grande... grazie per il commento XDDDDD

      Elimina
  4. quando vengo in Liguria non manco mai la farinata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me è una scoperta recente... d'altronde sono bresciano XD

      Elimina

commenti? fate vobis