Sample Text

Assente ingiustificato 😁

venerdì 4 giugno 2021

esco a fare due passi - rifugio Medelet da Pezzoro (BS)

Altra bella escursione domenicale fatta in questa calda primavera è partita da Pezzoro, piccolo paese sui monti
della val Trompia, frazione di Tavernole sul Mella. Anche stavolta ci accompagna il piccolo Paco che poco per volta sembra soffrire meno il mal d'auto  che lo assillava quando era un cucciolo. Lasciata l'automobile in uno dei parcheggi all'inizio del paese si sale subito in discreta pendenza seguendo una strada carrabile (adatta ai 4x4) con fondo quasi sempre cementato.




......continua






Dopo una cinquantina di minuti di salita (noi ci abbiamo messo un po' di più 😅 ) si raggiunge il rifugio Valtrompia dove è possibile rifocillarsi. La parte più faticosa dell'escursione è fatta. Da qui si sale sempre dolcemente seguendo il sentiero 325, si superano alcune malghe cercando di seguire le indicazioni per il rifugio Medelet incise su frecce in legno (non i soliti segnali ufficiali bianchi e rossi)








il tempo sembra incerto, è pur sempre il 23 maggio e in montagna non si scherza in fatto di repentini cambi climatici. Io essendo "escursionista inesperto" ho con me uno spolverino non impermeabile e un cappello. La mattina però il cielo si apre un po'  e non piove.











Nelle zone esposte a nord è possibile trovare ancora cumuli di neve ma solo in pochissimi casi è presente sul sentiero.















questi fiori sono ovunque lungo il percorso

Arriviamo al rifugio dopo un'ora e mezza di cammino dal Valtrompia mentre sono in corso le operazioni di recupero di un escursionista scivolato per fortuna senza gravi conseguenze. E' stata l'occasione per vedere da vicino l'elicottero del soccorso alpino.





Il rifugio Medelet a 1500 e più mt sldm si trova dietro il monte Guglielmo che è possibile raggiungere con altri 90 minuti di trekking. Non è il nostro obiettivo di giornata e raggiunto un cucuzzolo con vista sul rifugio piazziamo la coperta e dopo aver consumato un pasto frugale schiaccio anche un pisolino 😛
rifugio Medelet



Dopo le 14 e un'attenta osservazione del movimento delle nubi decidiamo di partire per fa ritorno a Pezzoro lungo la strada fatta all'andata. Questa volta il clima non è stato clemente e nel tratto tra due malghe dove non c'era nemmeno un posto dove ripararsi ci siamo presi una bella lavata, con spruzzatina di ghiaccio tanto per gradire

Per fortuna la grandine era sottile e la pioggia, seppur fitta, ha smesso dopo una ventina di minuti. Ovviamente eravamo abbastanza zuppi 😰 Raggiunto il rifugio Valtrompia è scesa ancora qualche goccia ma stavolta eravamo sotto il tetto a berci un caffè caldo.


Arrivati a Pezzoro c'era già il sole ed eravamo quasi asciutti. La prossima volta non ci faremo cogliere impreparati. 
Bella e facile escursione adatta anche a famiglie con bambini (che han voglia di camminare!)

PS:
purtroppo Paco non è un amante dell'acqua e questo bagno non previsto non lo ha proprio gradito

Paco stavolta "non approva"








3 commenti:

  1. come sempre racconto e impaginazione decisamente esaurienti. povero paco :)
    grazie della condivisione e ciao

    RispondiElimina

commenti? fate vobis