Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 27 marzo 2011

L'editoriale fantapolitico

essere un immigrato clandestino nel nostro paese è reato in quanto la legge prevede pene a chi non è in possesso di requisiti specifici per stare sul territorio italiano; tra questi requisiti penso ci sia il permesso di soggiorno, scrivo penso, perchè
quando vado a leggere il testo delle leggi emanate dal nostro parlamento si palesa tutta la mia ignoranza della lingua per cui non sono mai sicuro di quello che c'è scritto. Tra l'altro ieri sono andato in discoteca e stamattina oltre ad essere caduto dal letto prestissimo c'è anche l'ora legale per cui non sono lucidissimo su quello che scrivo in questo momento (tutto ciò aggiunto al fatto che, pur agento spesso sotto mentite spoglie, sono fondamentalmente un cialtrone quando si tratta di politica).

Quello che penso io è che quando vai ad identificare un clandestino e questi non fornisce le sue generalità allora è clandestino a tutti gli effetti e posso rispedirlo al suo paese: purtroppo il fatto di non sapere a che nome intestare il bliglietto di ritorno e non sapere dove mandarlo potrebbe essere un problema. Se invece il migrante fornisce le generalità all'autorità di pubblica sicurezza del bel suolo del bel paese, essendosi identificato dovrebbe smettere automaticamente di essere "clandestino" per cui il reato dovrebbe cadere immediatamente. Invece Bossi e Fini (quando si volevano bene) hanno deciso di fregare il migrante impaurito dallo stato di clandestinità che lo opprime e appena sanno il nome e la provenienza, TRAC!!! te lo rispediscono a casa.

Il fatto è che tra le varie cose che smetto regolarmente di fare c'è anche che ho smesso di approfondire i miei pensieri guardando la politica alla tele, una cagnara troppo spesso urlata che potrebbe dar fastidio anche a Vittorio Sgarbi se spendesse anche lui del tempo per guardare se stesso e gli altri che sbraitano cazzate a pagamento in tv. Girovagando in rete invece sono capitato su un sito e non mi è sfuggito questo video:


 
 Vauro parla a EXIT (LA7)

è per questo che ho fatto questo post farneticante.


Credo di condividere quasi tutto del discorso di Vauro nel video lì sopra, il fatto che le guerre portino solo morti tra i civili che le subiscono, il fatto che le guerre "di pace" si facciano solo per le risorse energetiche e non in favore di popoli oppressi, il fatto che ora che non c'è più gheddafi a fare "il lavoro sporco" al posto nostro migliaia di persone arrivano e arriveranno sulle nostre coste, il fatto che i diritti di uno sono i diritti di tutti, il fatto che per ridere ci voglia intelligenza, il fatto che i politici amano alla follia la loro poltrona. . . . . . . . .  non condivido solo una cosa:

gli italiani non sono così, "voi" (politici tutti dx, sx, cx...) non li rappresentate.

non sarei così convinto di questa cosa se fossi in lui solo perchè chi accoglie i migranti a lampedusa (qualcuno per me, non tutti..) dimostra buon senso, buon cuore e tutto quanto.
La maggioranza politica VERA degli italiani, ovvero chi si astiene, se ne sbatte di tutto ciò, gli va bene tutto purchè non gli venga cacato (troppo) il cazzo (1); questi politicanti da strapazzo rappresentano oltre chi li ha votati anche chi (come me) li sopporta non andando a votare.  La maggioranza degli italiani (purtroppo per vauro) se ne frega della condizione del migrante ,del bombardato, del cittadino italiano residente a lampedusa, se ne frega perchè troppo impegnato a coltivare il suo orticello. La maggioranza è individualista, egoista e pensa solo al benessere personale.

E questo alla tele non ve lo dice nessuno....

STRONZI!


(1) scusate il francesismo

4 commenti:

  1. Si ,c'è un po' troppo moralismo da parte di Vauro, del resto era in una trasmissione politica o fantapolitica, come dici tu... e gli altri sono sicuramente uno spettacolo peggiore (conduttrice compresa).

    RispondiElimina
  2. ma, più che moralismo direi illusione.
    O forse sono io che vivo circondato da gente che pur sapendo se ne frega?

    RispondiElimina
  3. Ottimo post.

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  4. Ed è proprio così. Magari se ci fossero più reazioni da parte degli italiani, facendo sentire la proprio voce, il proprio disappunto, chi si trova seduto sulla poltrana, ci si siederebbe con più buonsenso, invece di scaldarla solamente.

    RispondiElimina

commenti? fate vobis