Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

lunedì 12 settembre 2011

Esco a fare un giro in bici: (Giorno 7 - a spasso per Roma)

14 agosto 2011

dormitorio "maschile"
 Oggi la sveglia suona a sette e dieci, ma non devo correre da nessuna parte, a parte il treno che dovrò prendere più tardi.


 Due parole andrebbero spese per la splendida ospitalità di Roma (per trovare l'ospitale guardate questa pagina. ) ma perchè rovinare la sorpresa ai futuri pellegrini? Andateci, io ci sono stato bene; certo non aspettatevi di godervi la movida notturna romana, che qui si va a nanna alle dieci e mezza e se sei fuori nessuno ti aprirà il portone, ma credo che il giorno di arrivo in città il pellegrino anche se gasato dalla fine del viaggio sarà abbastanza cotto (io lo ero).

pellegrini e aiutanti ;o)

Jan pellegrino tedesco

colazione comunitaria

la terrazza dell'ospitale (h 7:30)
Spesso i volontari che si occupano dei pellegrini sono laici, ma si è ospitati in una struttura religiosa, con regole diverse dai normali "ostelli turistici", tipo le donne dormono in una stanza e gli uomini in un'altra: tenetene conto se vi portate dietro la moglie :-D

ospitaleri al lavoro
Nulla da dire poi sulla cucina: basti pensare che alla fine della mia settimana in bici avrò perso si e no quattro etti, ma ero molto più magro prima della cena e della colazione all'ospitale!

Un ringraziamento doveroso alla confraternita per tutto quello che fa per i pellegrini qui a Roma, ma anche a Radicofani e sul cammino di Santiago.

Lo spedale è nella zona della stazione Ostiense, meno affollata di Termini e fare il biglietto per il ritorno a casa non è stato un problema. E' ancora presto e c'è poco traffico in città. Prima delle dieci raggiungo Santa Maria Maggiore dove seguo una bella messa cantata in latino. All'uscita dalla chiesa trovo Matteo coi suoi giovani aiutanti, Antonio e la priore della confraternita: anche per loro è l'ultimo giorno a Roma come ospitaleri, da domani ci saranno altri volontari ad occuparsi dei pellegrini. Dopo una seconda colazione (sempre offerta dai miei ospiti) riprendo la bici e con calma olimpica giro per tutta la città.

arco di trionfo

colosseo

altare della patria

colonna

fontana di Trevi

piazza del popolo

castel Sant'Angelo

San Pietro


s.Maria in Trastevere

foro romano

il campidoglio

s.Maria Maggiore











































Non posso dire di averla girata tutta ma quasi quaranta chilometri li ho fatti anche oggi. In via dei fori imperiali poi rivedo la coppia di cicloturisti milanesi che avevamo incrociato a San Gimignano e che non hanno fatto la via francigena. Il mio treno partirà alle 18.05 ma dopo le 16 sono già in stazione: prima di tutto per fare uno spuntino e poi perchè devo smontare la bici per poterla portare sulla freccia argento e non so quanto tempo ci metterò. Grazie ai consigli utilissimi di bikeride.it oltre a non aver avuto problemi cicloturistici sono riuscito ad imballare per benino il mezzo osservato sempre dagli sguardi curiosi dei viaggiatori. Ci ho messo però quasi un'ora!

bici-bagaglio impacchettata

tiramisù alla fragola celebrativo

amici sempre presenti

Al ritorno Ele e Fede sono venuti a prendermi in stazione con Valter e Beppe che creano un po' di scompiglio tra i preoccupati viaggiatori del mio treno e che quando c'è da festeggiare non mancano mai. Mangiamo una pizza fuori e poi a casa c'è una squisita torta tutta per me: me la sono proprio meritata !!!! ;-)

 .....e il giorno dopo...... la bici è rimontata ed è pronta per ripartire

2 commenti:

  1. Stupende.

    Grazie mille per il commento... dubito che quelli di "Pimpa" mi leggano :-D

    CIAO!!!

    RispondiElimina
  2. @lario, magari per narcisismo vanno a cercare la parola "pimpa" su google ed esce il tuo blog!!

    RispondiElimina

commenti? fate vobis