Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

lunedì 7 febbraio 2011

Roghi

è pericoloso vivere in una baracca fatiscente senza riscaldamento.
è molto pericoloso soprattutto se sei un bambino e nella baracca ci stai da solo perchè la zia è uscita (a cercare acqua?), perchè la mamma è al fast food, perchè il papà... boh...
fatto sta che anche stavolta i media hanno un po' di cronaca di quella che piace a loro da sbattere in prima pagina: già perchè se la figa tira e l'omicidio efferato tira ancora di più, non c'è niente di più succulento per il venditore di notizie dell'omicidio efferato di uno o più bambini.



e se poi avevano dai tre ai cinque anni e sono morti "carbonizzati" tutte le nostre coscienze si contorceranno dal dolore e dalla tristezza per i prossimi 4 minuti.


e passati i quattro minuti continueremo bellamente a sbattercene le palle, e ho detto continueremo, perchè anche a te caro lettore casuale di queste righe, vergate da me stesso medesimo dopo ore trascorse dentro la fabbrica infernale che grazie a dio mi consente di vivere dentro quattro mura comunque non del tutto ignifughe, te ne freghi.
Già perchè non ci si può scandalizzare ogni volta ad intermittenza e poi fregarsene.
Questi fatti succedono spesso, succedono sempre.... tipo:

Il più grave, che ricorda proprio quello avvenuto oggi a Roma, risale al 21 gennaio 1995 quando quattro bambini nomadi tra i sette mesi ed i quattro anni e mezzo morirono carbonizzati a Milano in un campo abusivo. I bambini, slavi, dormivano con la mamma nella loro roulotte quando un fornello della cucina, lasciato acceso nel tentativo di riscaldare l’ambiente, diede fuoco ai giacigli e fece esplodere la bombola del gas.

Il 22 luglio 1996 a Pignola (Potenza) due fratelli, di tre anni e mezzo il primo e di due anni la seconda, morirono nell’ incendio di un prefabbricato nel quale vivevano con i genitori.

Il 19 ottobre 2000, nel campo nomadi «Il poderaccio» di Firenze, Silvana Haliti, 5 anni e mezzo, kosovara, morì nel sonno nella baracca dove viveva con la famiglia.

Il 16 febbraio 2003 due sorelle, rispettivamente di otto e quattro anni, persero la vita, per intossicazione da fumo, a Montalbano Elicona (Messina) tra le fiamme della loro casa.

Il 19 agosto 2004 un bambino di 16 mesi e la madre morirono a Ripa Teatina (Chieti) in seguito all’ incendio divampato nella loro abitazione.

L’ 8 settembre 2004 un bambino di tre anni, egiziano, perse la vita a Galliera Veneta (Padova) dopo essere rimasto ustionato ed intossicato nell’ incendio divampato nella sua casa.

Il 16 ottobre 2005 una bambina di 5 anni morì carbonizzata nella sua stanza a seguito di un incendio causato dall’ esplosione di un televisore.

Il giorno di Capodanno 2006 un bambino di sei anni morì a Cortina d’ Ampezzo (Belluno) nell’incendio di un appartamento preso in affitto dai genitori per le festività. Altre quattro persone - due bambini e due adulti - rimasero ferite.

Il 7 dicembre 2006 a Tempio Pausania (Olbia-Tempio) persero la vita due sorelle, di quattro e tre anni, per asfissia seguita all’ incendio della loro casa.

Altre due giovani vittime rom, il 3 gennaio 2007: un incendio uccise una ragazza di 15 anni e il convivente di 16 in un campo nomadi ad Orta di Atella, in provincia di Caserta.

Il 13 gennaio 2007, in un appartamento nel centro di Roma abitato da immigrati bengalesi, per sfuggire ad un incendio accidentale si gettarano nel vuoto e morirono una donna e suo figlio di 10 anni.

Il 2 febbraio 2007, tre fratelli morirono nell’incendio della loro abitazione nel vicentino per un incendio innescato da un tragico gioco.

L’11 agosto 2007 quattro bambini muoiono in un incendio in una capanna nei pressi di un campo rom a Livorno.

La notte del 27 marzo scorso, in una baracca di fortuna costruita a Follonica (Grosseto), mori carbonizzata una bambina rom di 5 mesi.



Questo revival vi ha fatto venire il magone che nemmeno Erode vero?

Cosa abbiamo fatto fino ad ora per far sì che ciò non accada?

Niente

Cosa faremo alla prossima tragedia? 

Niente (dopo esserci indignati, scandalizzati e rattristati)

Cosa ce ne frega?

Indovina un po' !??


PS: questo post è volutamente offensivo.

2 commenti:

  1. Poveri bimbi :-(

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  2. Grazie mille anche per il commento di oggi :-D

    CIAO!!!

    RispondiElimina

commenti? fate vobis