Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 31 gennaio 2016

per completezza di informazione

Per chi non sappia o non sia in grado di usare Google il testo del "temibile DDL" sulla regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze lo può trovare QUI

Leggendolo troverete un sacco di articoli, commi e balle varie, che intendono regolare diritti e doveri  di persone che decidano di vivere insieme pur non rispettando i "canoni della famiglia tradizionale" così come viene intesa da millenni sul sacro suolo italico e inventata da Dio e dai suoi rappresentanti terreni spirituali e temporali.

Le voci contrarie alla nuova regolamentazione affidate ai media alla fine si vanno ad accanire sul seguente articolo:

Art. 5.
(Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n.184)

1.
All’articolo 44, comma 1, lettera b),della legge 4 maggio
1983, n.184,dopo la parola: «coniuge» sono inserite le seguenti:

«o dalla parte dell’unione civile tra persone dello stesso sesso»
e dopo le parole:«e dell’altro coniuge» sono aggiunte
le seguenti: «o dell’altra parte dell’unione civile
tra persone dello stesso sesso».

Sempre per chi non sia avvezzo ai motori di ricerca la legge 184 del 4 maggio 83 la può trovare QUI e l'articolo 44 comma 1 dice:

1. I minori possono essere adottati anche quando non ricorrono le condizioni di cui al comma 1 dell'articolo 7:
 b) dal coniuge nel caso in cui il minore sia figlio anche adottivo dell'altro coniuge;

* * * * * *

Ora resta da capire chi vada economicamente a colpire l'applicazione di questa legge.

Si perchè "la morale" muove le masse sia a favore (manifestazioni arcobaleno e fru fru pride) che contro (fessi che leggono in piedi e famiglie con preti al seguito a zonzo per la capitale) ma alla fine per chi "siede in alto" contano sempre e solo i soldi.


Nessun commento:

Posta un commento

commenti? fate vobis