Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

giovedì 15 settembre 2011

Sta succedendo di nuovo

Sono più di vent'anni che ho la patente e anche se vado molto in bicicletta la macchina mi capita ancora di usarla. Alcuni anni fa, forse 10 o 12, ancor prima dell'avvento di internet in casa mia decisi di passare da un'assicurazione RCA tradizionale ad un contratto OnLine, nel caso specifico fatto per telefono con il call center di una delle più note agenzie assicurative in rete iperpubblicizzata da tv, giornali, passaparola.



Presi questa decisione perchè mi aspettavo dal mio assicuratore un comportamento ben diverso ovvero che rispettasse quella parte del contratto chiamata Bonus/Malus per cui se non facevo incidenti la classe di merito diminuiva e con essa il prezzo del premio da pagare. Invece il prezzo, magari di poco, continuava a crescere di anno in anno e alle mie lamentele mi veniva risposto sempre che era colpa dello stato che aumentava le tasse e altre scuse piuttosto banali, che basta saper leggere per capire che ti stanno prendendo per il culo. E le altre compagnie nella mia zona offrivano sempre prezzi simili e non avevo stimoli per cambiare agenzia. Tra l'altro per disdire un contratto assicurativo bisognava inviare entro un certo limite di tempo una raccomandata con la comunicazione scritta della disdetta, perchè comunicare a voce con l'impiegata "non vale".

Poi dopo aver fatto il primo preventivo con l'assicuratore online non ebbi più dubbi: 500000 lire in meno!!!!!!!!! risparmio netto del 40% e solo la scocciatura di dover mandare un fax e rispedire il contratto firmato per posta.
E ultima soddisfazione: il mio vecchio (ormai ex) assicuratore che veniva a trovarmi a casa per capire come mai e mettermi in guardia dai pessimi servizi di questo nuovo modello di assicurazioni RCA (figuriamoci che non sapevo nemmeno che faccia avesse, che fino al giorno prima, e per più di tre anni, avevo visto solo la sua segretaria.

E con l'assicurazione online mi sono trovato sempre bene, nel senso che in questi 10 e più anni non ho mai avuto incidenti e il prezzo del premio annuale da pagare è sempre regolarmente diminuito (magari poco per volta) con la classe di merito.
E con l'avvento di internet a casa mia ho potuto gestire la cosa più facilmente e mi è capitato spesso di cambiare compagnia assicurativa se un'altra mi faceva un prezzo migliore.

Posso tranquillamente affermare che con i soldi risparmiati in questi anni di assicurazione online (e zero sinistri, naturalmente) mi sono comprato la macchina nuova.

Tutto quello che ho scritto fino ad ora è valido fino alla fine di questo mese: già perchè alla scadenza del premio della vecchia Twingo di mia moglie (del 2002) non sono riuscito a trovare da nessuna compagnia assicurativa online un prezzo leggermete più basso (anche di 1 eurocent), anzi quest'anno dovrò dare una decina di euro in più alla compagnia con cui avevo il contratto lo scorso anno che è comunque quella che mi costa di meno. E il preventivo del premio per la mia Fiesta è in leggero aumento e le proposte di altre compagnie non sono nemmeno da prendere in considerazione.

Sarà che forse (causa crisi) lo stato abbia aumentato davverole tasse?

o sarà che anche stavolta si sta ripetendo IL CARTELLO degli assicuratori e stanno tirando verso l'alto il prezzo dei premi ?

Per me... sta succedendo di nuovo......

5 commenti:

  1. Viva le biciclette.

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  2. secondo me non importa con quale compagnia stipuli il contratto, l'importante è quanta vaselina metti prima di farlo.
    =)

    RispondiElimina
  3. @lario - per quelle non c'è bisogno di rca

    @magnetico - parole sante!!

    RispondiElimina
  4. Cercherò di restare senza macchina il più a lungo possibile...

    RispondiElimina

commenti? fate vobis