Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

sabato 27 febbraio 2010

il figlio più piccolo

Dopo una settimana passata chiuso in casa con tutta la famiglia causa epidemia di gastroenterite a mia moglie e mia figlia è esplosa la necessità impellentedi uscire a fare shopping, e naturalmente mia moglie non ama guidare la macchina in città, quindi mi sono offerto (mi tagliava le palle se mi rifiutavo) di accompagnarle a un centro commerciale (DIO come amo quei posti, soprattutto di sabato!!!!!!). Fortunatamente hanno scelto di andare in un posto con una multisala per cui per un'ora e mezza (o anche più) potevo sperare di fuggire da quella famigerata realtà costruita (lasciatemelo dire) a misura di DONNA. La prima cosa che ho fatto appena sceso dalla macchina è stata cercare il programma della multisala e per fortuna scopro che il film che vorrei vedere comincia solo tra un'ora. Un'ora nella quale mi è sembrato di essere appena sbarcato sul Marte di "Atto di forza" tanto mi sentivo fuori posto. Non mi sono nemmeno sbattuto più di tanto per prendere il biglietto, tanto sapevo che ci sarebbe stato poco pubblico, ai marziani del centro commerciale non piace Pupi Avati ci puoi scommettere. E infatti scommessa vinta, ci saranno state si e no 30 persone in sala.

sabato 20 febbraio 2010

Sequestro è un uomo




Allora, il titolo non è sbagliato (il libro di Levi l'ho letto e mi è anche piaciuto) ma quello è il titolo di uno spettacolo teatrale che sono andato a vedere ieri.
Ma partiamo dall'inizio: il capo l'altro ieri mi manda un sms mentre ero al lavoro, e la cosa è già strana dato che di solito mi manda un sms quando sono a casa per dirmi se posso andare al lavoro, ma questa è tutta un'altra storia.
L'sms mi chiede se mi interessano dei biglietti gratis per uno spettacolo teatrale a Montichiari.