Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 28 febbraio 2016

Esco a fare due passi

ciaspalot 2016
metti un sabato di un inverno troppo mite, una allegra famigliola come compagnia e la voglia di provare un'esperienza nuova. messo da parte temporaneamente l'odio per le gite in montagna d'inverno  si sale in macchina e dopo un breve viaggio si raggiungono i monti sopra il lago d'Iseo, in Val Palot dove da qualche anno si organizza una ciaspolata al chiaro di luna. Dato che quest'anno per vari motivi ho dovuto saltare la pedalata al chiaro di luna ho ripiegato sulla "ciaspalot 2016" e devo dire di non essermi pentito.


se continui a leggere dovrai pipparti almeno una trentina di foto.... sappilo!!

domenica 14 febbraio 2016

Esco a fare un giro in bici: la via dei fontanili

Incuriosito dai cartelli incontrati per strada in un venerdì sera alcolico con amici decido alla prima occasione utile di farci un giro in bici.


La via dei fontanili nella bassa bresciana è un circuito ad anello di una cinquantina di chilometri che si snoda tra i comuni di Lograto, Berlingo, Maclodio, Trenzano, Travagliato, Castelmella, Torbole Casaglia e Azzano Mella.

Qui il pdf esplicativo fornito dal comune di Maclodio.

Raggiungo il punto di partenza più vicino a casa mia pedalando meno di un'ora su strade secondarie fino ad Azzano Mella.



Da qui si può scegliere se seguire le frecce blu o quelle gialle scegliendo di percorrere l'anello in un senso o nell'altro




Quella qui sotto, per la felicità di qualcuno, è l'unica foto che ho fatto perchè anche oggi il destino ha voluto che piovesse nell'ennesima mezza giornata di ferie arretrate da smaltire.
il Mella presso Azzano Mella
Per sicurezza avevo scaricato la traccia per il gps da uno dei tanti siti di condivisione online (bikermap se non erro) ma alla fine è stata praticamente inutile dato che il giro è veramente ben segnalato (l'unica incertezza uscendo da Lograto ma è stato un attimo di smarrimento :D)

Lograto . il castello (fonte:web)

un tratto nei pressi di Torbole (fonte:web)
 Ci sono tratti di sterrato in aperta campagna o strade secondarie a bassissimo traffico, ma capita di pedalare costeggiando anche qualche strada parecchio trafficata, per fortuna sempre su ciclabile in sede protetta senza correre rischi particolari.

Mi è piaciuto molto Lograto col suo bel castelletto e il parco circostante e anche alcune zone di fontanili molto ben curate tipo il parco del fontanone a Castel Mella (dai cartelli mi pare di capire che si siano usati fondi europei per lo sviluppo turistico rurale o roba del genere); mi sono piaciuti meno i tratti di passaggio da alcune zone industriali dove ho notato un po' di degrado e sporcizia.

Sicuramente un bel giro da fare quando ci sarà caldo, non sono rare le fontanelle dove è possibile riempire le borracce. Io l'ho fatto in questo inverno caldo pedalando almeno per cinquanta chilometri sotto la pioggia e non mi è mai venuta sete :D

totale: 80 km
tempo in bici: 4h 22min

giovedì 4 febbraio 2016

martedì 2 febbraio 2016

parole e panico

oggi avendo da smaltire due ore di ferie arretrate del 1997 apro (e con questo post chiudo) una rubrica di nessun interesse (francamente non frega niente nemmeno a me, è che provo gioia a creare traffico inutile sulla rete) che si pone come obiettivo primario, secondario e terziario di analizzare parole prese a cazzo, così perchè mi va.

la parola di oggi è BLOCCO, CHE E' SCRITTA IN MAIUscolo perchè mi si è bloccato il tasto caps lock sulla tastiera (resterà un mistero il perchè non abbia cancellato e riscritto).

parola che presa nei contesti più disparati crea fastidio, ansia, panico, morte e ressurrezione.

di seguito alcuni esempi per capirci meglio qualcosa:

RABBIA:

quando ti dimentichi il codice di BLOCCO del telefono


ANSIA:
quando trovi il posto di BLOCCO

che rischia di farti risiedere se va male in un BLOCCO tipo questo qua sopra


SCONFITTA:
nella vita ti puoi beccare un BLOCCO come questo
(ok  chi se ne fotte, mica gioco a pallavolo)

INDIGENZA:
meglio non pensare invece al BLOCCO del conto o della carta


vabbè tanto è sempre in rosso

NERVOSISMO:
il BLOCCO del traffico è il mio preferito

 e chi se lo incula, tanto vado in bici!!



MORTE E RESURREZIONE:
il BLOCCO di marmo invece prima o poi ci riguarda tutti

senza fretta però, ne parliamo tra quarant'anni

MALATTIA:
l'importante è che non mi riguardi per un BLOCCO intestinale
che io vivo sperando, vorrei morire cagando

PAURA:
il BLOCCO dell'ascensore a me non da fastidio
ma conosco tanta bella gente che ama da morire fare le scale

FRUSTRAZIONE:
quanti di voi hanno avuto questo BLOCCO
e tanta paura di lasciarlo bianco

Ma il più incredibile, imprevedibile, indicibile, insperabile e inaugurabile BLOCCO che ogni persona di questo secolo teme è