Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

sabato 7 settembre 2019

vacanze spagnole: una settimana a Minorca

22-29giu2019:


Come sempre capita ultimamente posto il mio resoconto sulla vacanza estiva con estremo ritardo. In realtà ho davvero poche parole per descrivere Minorca: bellissima. Credo sia uno dei posti migliori dove io sia andato al mare, per il clima, la temperatura dell'acqua, la bellezza, la varietà delle spiaggie e i servizi... praticamente assenti.

Questo periodo di giugno non è ancora altissima stagione per cui non c'era troppa ressa, a parte alla festa di san Juan a Ciutadella dove c'era tutta l'isola ;D

Quest'anno ho preso un appartamentino in un residence con piscina a Cap D'Artoux nella zona sud dell'isola pensando di fare una buona scelta visto che le spiagge più famose sono a sud; in realtà tutte le strade per il mare se lo si vuole raggiungere in macchina partono dalla strada principale che taglia l'isola in due e collega i due centri principali, Mahon (il capoluogo) e Ciutadella per cui ogni volta dovevo guidare verso nord per alcuni chilometri. Per fortuna non c'è mai stato traffico. Le strade interne diverse dalla principale sono davvero molto strette e i muretti a secco, onnipresenti in tutta l'isola, tendono ad accarezzare la carrozzeria del mezzo.

Spiagge attrezzate se ne trovano ma la maggior parte sono libere (unica spesa l'ombrellone che poi ho regalato l'ultimo giorno a una coppia "senz'ombra") e le più belle oltretutto richiedevano sempre un certo tempo di cammino dal parcheggio trasformando parte della vacanza in piccoli trekking. In realtà è possibile girare tutta l'isola a piedi seguendo il "camì de cavals", ben segnalato lungo tutto il litorale.

Quest'anno ho documentato le numerose passeggiate facendo video, video che purtroppo non vedrete perchè non ho tempo di fare un montaggio serio. A corredo di questo post lascio solo sette foto delle sette spiagge che mi sono piaciute di più.

il riassunto in sette spiagge




1. Cala Excursada: a sud dell'isola, non facile da raggiungere se non dopo una passeggiata di un'ora e mezza tra pineta e scogliera, infatti non c'era molta gente. Per me un vero gioiellino.

2. cala Cavalleria: a nord dell'isola, con sabbia rossa. Enorme, adatta alle famiglie con bambini (tanti :D). Il parcheggio è piuttosto vicino. Mi è piaciuta un sacco.

3. Cala MitJana: a sud dell'isola; in linea d'aria vicino a cala Excursada ma ha un parcheggio dedicato che permette l'accesso alla spiaggia dopo una bella passeggiata di 20-25 minuti in discesa nella pineta. Molto molto bella ma decisamente troppo affollata. C'è la possibilità di tuffarsi dalla scogliera.

4. Cala Macarella: a sud, la più famosa di Minorca. Il parcheggio è inaccessibile alle automobili e bisogna prendere una navetta da Ciutadella, oppure, come abbiamo fatto noi, parcheggiare a Cala en Tourqueta (bellissima) e camminare per oltre un'ora passando anche da Macarelletta (piccolina, stupenda ma affollatissima). Leggendo su vari siti sapevo che a volte la corrente porta a Macarella un sacco di alghe cosa che è regolarmente capitata durante la nostra permanenza e che mi ha impedito di fare il bagno. Di bello c'è un grande ristorante e piante dove poter "prendere l'ombra". Secondo me un po' sopravvalutata.

5. Cala Mesquida: a est dell'isola, a pochi chilometri da Mahon è la spiaggia del piccolo villaggio di Sa Mesquida. Il parcheggio è praticamente attaccato per cui niente trekking. Tranquilla e frequentata per lo più da locali è stata l'unica in cui si prendeva la rete telefonica. A differenza di altri posti qui i colori sono "normali" ma a me è piaciuta molto.

6. Cala Pregonda: a nord dell'isola, si parcheggia nei pressi del ristorante a Platija de Binimell (spiaggia con sassi neri che non mi è piaciuta) e si raggiunge con una passeggiata di meno di mezz'ora. La foto non rende l'idea, ma questa per me è la spiaggia più bella di Minorca. Mare bellissimo con gli isolotti raggiungibili con una breve nuotata.

7. Playa des Bot: una delle poche spiagge di sabbia bianca a nord dell'isola, raggiungibile anche questa dopo una mezz'ora di cammino. La spiaggia non è lunga ma molto profonda e non è mai affollata. Scoperta quasi per caso l'ultimo giorno prima di andare in aeroporto, non è stato un giorno sprecato.

il riassunto di questa settimana fatto in questo modo è davvero molto riduttivo, non escludo che io possa aggiornare questo post con altre foto e video.

caprette in spiaggia (cala en Torqueta)

1 commento:

  1. Un reportage che genera una piccola, calda, amichevole invidia. :)
    Sono uno che viaggia poco o nulla, ma questi sono posti che non escludo di vedere, prima o poi.

    RispondiElimina

commenti? fate vobis