Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

martedì 15 dicembre 2015

aiutiamoli

nel caos mediatico generale accentuato in questo periodo di feste natalizie dove tutti sono più buoni oltre all'incessabile offerta di prodotti di consumo di cui non possiamo mai fare a meno c'è questa cosa di mandare un sms per sostenere una delle tante onlus che si occupano di salvare il mondo dalle più svariate forme di sfortuna, come guerre, fame, malattie solitudine, violenza, malocchio, isis, e chi più ne ha più ne metta.

pur essendo per me un periodo abbastanza fortunato, tanto da pensare di regalarmi quelle costosissime pillole che pubblica Cristiana sul suo blog, io a mandare un qulsiasi sms per le tante "buone" cause proprio non ce la faccio.

è che tutte queste ultimamente nella loro comunicazione hanno una cosa che le accomuna: bambini!



malati, picchiati, guerriglieri, molestati, indottrinati, affamati, qualsiasi sia lo scopo dell'associazione che ti chiede l'sms lo spot ti chiede di farlo principalmente per i bambini:

c'è la fame in mezzo mondo? dona 2 euro per i bambini affamati dell'africa subsahariana

la ricerca per sconfiggere la tal malattia ha bisogno del tuo sostegno? dona due euro per i bambini malati di leucemia

l'associazione che si batte contro la violenza sulle donne e lo stalcking chiede un contributo? dona due euro per i bambini di queste famiglie

la guerra dilania intere nazioni e costringe a fuggire intere popolazioni con ogni mezzo? dona due euro e salva un bambino dalla guerra


ti avanzano due euro? toh, c'è un bambino che ne ha bisogno

Associazioni con questi scopi caritatevoli nascono ogni giorno, lo dico non perchè sia informato o coinvolto in prima persona (lo sapete bene quanto io sia cialtrone), ma perchè ogni giorno attraverso i canali più disparati c'è un nome nuovo che ti chiede del denaro facendo leva sulla nostra (vostra mi vien da dire) sensibilità che non resiste e caccia la mano al portafoglio ogni volta che vede un faccino triste.

questo tipo di comunicazione mi ha stufato, ma c'è una buona possibilità che io sia un incontenibile avaro e con due euro preferisca andare al bar a scolarmi un amaro.

tra chi osa leggere queste righe raffazzonate e buttate alla cazzo in un giorno tiepido di dicembre ci sarà senz'altro chi fa del volontariato e che si sbatte in prima persona per un mondo migliore. a loro va il mio sostegno, la mia solidarietà, il mio rispetto, anche perchè, come sempre succede, loro non lo fanno per soldi, ci credono davvero.

l'argomento poi certamente andrebbe approfondito, soprattutto per quanto riguarda la struttura che viene spesso mantenuta da queste donazioni e che (questa però è solo una mia idea, una sensazione...) spesso si mangia la maggior parte dei ricavi per "spese di gestione", chiamiamole così.

ma forse non è solo una mia sensazione...
.... un esempio concreto?

....chiedilo a loro....


6 commenti:

  1. come non essere d'accordo!
    però cacare oro, suvvia,che spreco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non puoi...non è più "solo" oro.

      Elimina
    2. vale di più di certe obbligazioni!!

      Elimina
  2. Che poi ai bambini, ok, e gli adulti poverini? Se non sei un bambino non vali in cazzo? Sì, come dici, è uno stratagemma comunicativo che ha stufato anche me.
    Su dove finiscano realmente i soldi sarebbe interessante fare un po' di luce. Non sospetto nulla in particolare, semplicemente ignoro.

    RispondiElimina
  3. Perdona l'ovvietà, mi associo pienamente a tutto ciò che hai detto.

    RispondiElimina

commenti? fate vobis