Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

martedì 11 agosto 2015

CULInaria faidame: melanzane affumicate

In questa bella stagione gli orti di tutta Italia stanno regalando a chi li coltiva i propri frutti. Il mio orto, pur trascurato, ha riempito il mio frigo nei mesi scorsi di zucchine e patate e adesso di pomodori, le prime tre zucche della mia carriera di ortolano part time e i primi peperoncini (dolci e piccanti) grazie alle piantine regalate dalla signora A.

L'orto di mio padre (curatissimo) è sempre produttivo per tutto l'anno e in estate non sa proprio dove sbolognare tutti gli ortaggi che raccoglie tanto da trasformare il rospo in un quasi vegetariano. Ed è proprio dal surplus di melanzane(*), splendido ortaggio che nel mio orto non ha mai osato nemmeno spuntare, che mi sta obbligando ad inventarmi sempre nuovi modi per mangiarle. La caponata mi riesce benissimo, ma le mangio volentieri anche ai ferri con un filo d'olio e limone e alla parmigiana (quando le cucina mammà!)

Prendendo spunto da questa ricetta provo anch'io a fare qualcosa di diverso; in effetti questa rubrica ultimamente è un po' trascurata, continuo a cucinare sempre spesso ma nulla di nuovo, fino a ieri.

Rispetto alla ricetta del sito ho ridotto le dosi perchè essendo un esperimento non volevo rischiare di buttare inutilmente del cibo; inoltre mi sono accorto che la mia povera menta si è seccata assieme a tutto il praticello davanti a casa per cui ho ripiegato sulla salvia.




Ingredienti:

1 melanzana
2 spicchi di aglio
200 g di pomodorini
1 cucchiaio di zucchero a velo
olio d'oliva e sale q.b.
1 rametto di menta 3 foglie di salvia

Una volta lavata la melanzana si fanno delle incisioni nella polpa col coltello e si infila al loro interno delle fettine di uno spicchio d'aglio. Poi la si mette in forno a 200° per 35 minuti in una teglia con la carta da forno.

cuoci cuoci cuoci

Si prendono i pomodorini e si mettono in una teglia con l'altro spicchio d'aglio tritato o tagliato a pezzetti; si cospargono di zucchero a velo e si cuociono in forno per 20 minuti a 200°
lavati e conditi

zuccherati e infornati
sbucciate

cotti

Una volta cotte le melanzane si toglie la buccia (è piuttosto facile) e si taglia la polpa a dadini cercando di togliere l'aglio (**) che era stato inserito nelle incisioni e si fanno scolare per un quarto d'ora.

scolate
Alla fine si mischiano melanzane, pomodorini e le foglie di salvia tritate. Si condisce il tutto con olio e sale e se si vuol fare i fighi si mettono dentro un bicchierino (guardatevi il sito che ho linkato in precedenza) da dare al commensale.

condite, pronte da mangiare
Il sapore è piuttosto delicato e ricorda molto il condimento di alcuni crostini che abbiamo mangiato in Toscana questa primavera. Io le ho mangiate così ma trovo che siano perfette sopra una bella bruschetta.

NOTE:

(*) tra l'altro un collega mi ha regalato anche alcune melanzane cinesi (provenienti dal suo orto ovviamente) che ho usato come se fossero melanzane nostrane (non sono razzista :D)

(**) togliete pure l'aglio dalla melanzana, tanto ce n'era uno spicchio affettato nei pomodorini  che non si può togliere e che vi mangerete.... lo dico perchè quel giorno non ho ricevuto ne baci ne punture di zanzare :P

1 commento:

  1. Anche l'orto di mio papà mi sta riempiendo il frigo di verdure.

    Buona giornata!

    RispondiElimina

commenti? fate vobis