Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

lunedì 27 gennaio 2014

Esco a fare un giro in bici: a Milano

SOTTOTITOLO:

la notturna del Vacchelli 25-26 gennaio 14

Dopo un po' di inattività bisognerebbe riprendere gradualmente per non farsi troppo male: infatti negli ultimi due mesi, complici il maltempo prima e una brutta caduta poi, avrò pedalato sì e no per 100 km. Il polso mi fa ancora un po' male ma mi fa più male l'inattività ed è con questo spirito che decido un all'ultimo momento di partecipare al consueto cimento invernale organizzato dall'AIIC.
in bici lungo il canale (foto by Donald71 - ilcicloviaggiatore.it)


Il percorso scelto e ispezionato dagli organizzatori prevede la partenza da Soresina (CR) e l'arrivo a Milano pedalando per molti chilometri in campagna sfruttando le strade bianche e le ciclabili che costeggiano il canale Vacchelli.

martedì 21 gennaio 2014

Aspettando Geova


La domenica mattina, che si dorma o si stia facendo altro c'è sempre
qualcuno che suona il campanello per romperti i coglioni. 
Come due domeniche fa, fortuna volle che ero sveglio, indaffarato per i cazzi miei in garage, le mani nere di grasso della catena, la mtb con le ruote in alto e la sella e il manubrio appoggiati al pavimento, la cassetta rossa aperta per terra e gli attrezzi sparsi un po' ovunque sul pavimento quando............

_ Papà..... suonano al campanello. Papà..?!?!? Papààààààààà vai tu a vedere chi è?

_ Marta non ci puoi andare tu che sto finendo di riparar la bici?

_ Ci sono andata alla porta, è un negro, con la borsa. Io non gli apro.

_ Un negro......???? Pppalle!! Asp.. non ti muovere, vado io.


lunedì 20 gennaio 2014

NO capcha day 2014

io sto con l'alligatore !

si, dico a te, che vorresti un mio commento sul tuo blog....

TOGLILI, che non sono un robot !!!

e se non sai come si fa.... basta chiedere !!

lunedì 6 gennaio 2014

Esco a fare un giro in bici: pedala befana

Niente carbone per me stamattina nella calza.

L'idea  era di partecipare (senza nessuna ambizione di vittoria) alla BefanaBike, una gara di cross country che fanno poco lontano da casa mia da un po' di anni a questa parte il 6 gennaio.
Purtroppo ieri sera però sono andato al cinema (Un boss in salotto..... carino, andatelo a vedere :D) e mi sono svegliato leggermente in ritardo. Inoltre dopo due giorni ininterrotti di pioggia mi aspettavo un circuito davvero adatto a dei rospi e forse troppo impegnativo per uno che si sta tirando dietro ancora i postumi dell'ultima caduta. Però il timido sole che filtrava dalle tapparelle  mi ha invitato a uscire lo stesso. E come lo scorso anno vado a fare lo spettatore non pagante e mi guardo gli atleti più o meno veri in sella a delle bici serie fare un po' di giri.



giovedì 2 gennaio 2014

Esco a fare un giro in bici: la prima del 2014

alla fine ieri non ero così sBronzo e anche dopo poche ore di sonno mi sono svegliato in perfetta forma pronto per la prima pedalata dell'anno.

è mezzogiorno e ci sono quasi nove gradi e al sole si sta benissimo

qui caddi rovinosamente circa 20 giorni fa

mercoledì 1 gennaio 2014

Una cosa da fare quest'anno

In un blog dove si pedala parecchio non si può non fare un bilancino ciclistico:

nel 2013 si è pedalato per 4400 e rotti km, ho fatto molte meno salite, ho partecipato a un raduno dell'AIIC, un paio di notturne molto divertenti e un viaggetto di una settimana con l'amico John, molto meno rispetto al 2012 (7000 km e più) il tutto a causa  di qualche cambiamento lavorativo del sottoscritto che se accettasse una (specie di) promozione avrebbe forse qualche eurino in più,  ma molto tempo libero in meno.

E davvero è un po' come rompere un equilibrio che mi ero creato negli ultimi anni e la decisione per me non è molto semplice: la scusa della famiglia ormai non c'è, i miei vecchi non sono ancora così vecchi da dover essere accuditi e i miei figli sono già abbastanza grandi per essere indipendenti (manca solo giusto un lavoro decente che permetta loro di spiccare il volo). Ma i soldi (in più) non mi servono. Sono stato così bravo a rinunciare alle cose nel corso della vita (cose... che poi alla fine non ti servono...) che mi ci sono abituato; non sogno il lusso, i caraibi o la mutanda firmata, non vado a troie, non mi drogo, non gioco alle macchinette.

Devo trovare una motivazione diversa che mi convinca a lavorare di più, magari se metto su carta i pro e i contro ne esce qualcosa:

PRO:

  • smettere di essere un numero e contare qualcosa di più (poco)
  • mi sporco di meno (ma mi sporcherò)
  • orari flessibili (non è detto che sia un bene)
  • niente turni con levatacce all'alba o cene alle undici di sera
  • soldi
  • premi legati al raggiungimento di obiettivi

CONTRO:

  • più ore settimanali (meno tempo libero)
  • ruolo da stronzo (ok... questo non è un problema per me)
  • disponibilità e\o reperibilità (meno tempo libero)
  • obiettivi non impossibili ma non certo facili da raggiungere
  • ho ancora molto da imparare (troppo)
  • le riunioni sono una vera rottura di palle per me (na tortura)

Vedremo....

Male che vada quest'anno una cosa da fare c'è l'ho di sicuro: imparare a gestire meglio il mio tempo!

Anche il tempo per questo blog, che sarà sicuramente di meno :D

E adesso mi infilo i vecchi stracci dell'anno scorso e mi faccio la prima pedalata dell'anno, così, per non perdere il vizio.