Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 16 novembre 2014

Culinaria faidame: una pagnotta veloce

dai dai... veloce:

INGREDIENTI:
farina 00 - 400 g
lievito di birra secco - una bustina
olio - 4 cucchiai
acqua tiepida - 230 g
sale - un cucciaio

PROCEDIMENTO:
mescolare farina, lievito e zucchero
ok buttaci dentro anche l'olio
attacca l'impastatrice e un po' per volta mettici l'acqua tiepida
(....quanto basta, magari non tutta)
mettici il sale
(l'impastatrice ha lavorato si e no dieci minuti nel frattempo)

LIEVITAZIONE:
mettere l'impasto in una terrina infarinata e in un luogo tiepido (forno con accesa la sola lampadina) far lievitare l'impasto coperto per 40 minuti
poi riprendi l'impasto, dagli la forma che più ti aggrada e mettilo su una teglia infarinata e lascialo lievitare per altri 20 minuti

COTTURA:
in forno elettrico preriscaldato a 210°C dopo aver salato (poco) e spennelato la superficie della pagnotta con acqua
cuocere per 20-25 minuti (io nel forno ci metto sempre una tazzina con acqua per creare un ambiente umido... che piace ai rospi e al pane in cottura)

lasciare infine raffreddare per un po'....... ma anche no



Per la felicità di S. posto anche una foto della sezione della pagnotta. è presente anche una certa alveolatura che però non mi usciva mai quando facevo questo pane a mano, per cui credo che l'impastatrice abbia i suoi meriti.

Non si può più assaggiare perchè l'ultima fetta è finita, spalmata di nutella :P


53 commenti:

  1. Ehi, somiglia al ciambellone marchigiano! Le posto la ricetta.

    Ingredienti: 500 gr di farina bianca, 4 uova, 200 gr di zucchero, 100 gr di burro fuso, un bicchierino di mistrà (sarebbe il liquore locale all'anice), la scorza di un limone, una bustina di lievito per dolci, una bustina di vanillina;

    Sulla spianatoia (nell'impastatrice!) disporre a fontana (a pioggia!) la farina, le uova, sbattere e aggiungere lo zucchero e il burro, il mistrà, la vanillina, la scorza e il lievito (come ben saprà, signor rospo, nell'impastatrice è il caso di amalgamare prima gli ingredienti liquidi, poi quelli solidi). Fare una pasta consistente, cui si darà la forma di una fila di pane (proprio come quella della sua pagnotta, uguale!), spalmare il dorso con un rosso d'uovo sbattuto e distribuire qualche cucchiaiata di zucchero o zucchero in granella sulla superficie. Mettere in forno per la cottura (non dice a che temperatura, 180 gradi e non sbaglia di sicuro). È ottimo per fare colazione!

    RispondiElimina
  2. Eccolo!

    http://www.alpalazzetto.it/joomla/images/ricette/ciambellone_colazione.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In rete ci sono varie ricette, inclusa quella ovviamente campata per aria di giallo zafferano che non smentisce mai la millanteria che lo caratterizza. Traduzione: quello che vede nella ricetta NON ha niente da spartire col ciambellone marchigiano anche se lo chiamano così. La ricetta che le ho scritto, invece, è presente in un librino del comune di Ancona pubblicato dall'assessorato delle attività economiche, in collaborazione con l'associazione ristoratori della provincia di Ancona. Fonte molto più autorevole, insomma.

      Elimina
  3. bravo!!!
    solo a guardarla sembra ben riuscita.Bisognerebbe assaggiarla
    metti una foto della metà ? vorrei vedere la mollica, perché deve essere a celle d'aria...non spugnosa e compatta.
    si può fare con farina integrale ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. essendo una ricetta veloce e un impasto poco idratato c'è poca aria dentro.... si può fare con tutto suppongo

      Elimina
    2. ho aggiornato il post mettendo un'altra foto.......

      Elimina
    3. vista, è perfetta...ben lievitata e leggera ok !!!
      la faccio, con la farina integrale e ti farò vedere i risultati.
      nel caso di disoccupazione, almeno potremmo farci una pagnotta ;))

      Elimina
    4. sempre che ci si possa pagar la farina!!

      Elimina
    5. mamma mia che botta di ottimismo...

      Elimina
  4. Si veloce. Dove si compra l'impastatrice? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nei negozi di elettrodomestici.

      PS: questo pane l'ho sempre fatto a mano fino all'altro ieri, non serve l'impastatrice ma dieci minuti di energico sforzo che per molti è un ottimo antistress ;D

      Elimina
  5. Signor rospo, come l'ho visto, l'omino, ho pensato a lei e sono scoppiata a ridere, non so perché!

    http://www.repubblica.it/tecnologia/2014/11/16/foto/il_t_una_sorpresa_dal_titanic_al_lecca_lecca_l_infusore_che_non_ti_aspetti-100681191/1/?ref=HRESS-2#5

    RispondiElimina
  6. Complimenti, è bellissima quella fetta! Mi ha fatto venir fame, il complimento migliore!

    RispondiElimina
  7. M'inziga molto, mai riuscuta a fare niente di decente in questo campo, ma non ho l'impastatrice.
    Dici di provare a mano?
    Ciao.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. originariamente la ricetta è nata per essere fatta a mano. Infatti come dice giustamente Silvana nell'impastatrice sarebbe meglio miscelare prima gli ingredienti liquidi cosa che io non ho fatto perchè ho seguito la ricetta come per farla a mano, aggiungendo l'acqua poco per volta.

      Elimina
    2. Non lo dico io, è questione di centrifugazione che sbatte tutto sulle pareti prima di amalgamare gli ingredienti! Poi si è costretti a raschiare le pareti per recuperare il tutto ed è piu facile che si formino grumi.

      Elimina
    3. ok, non come dice Silvana, ma come dice Piero Angela!!

      Elimina
    4. Io la amo. Platonicamente, eh.

      Elimina
    5. Silva' ...platonicamente ?? ma va la :)
      Rospetto, tu che sai tutto, sai mica come si mette una traccia audio registrata da me medesima sul blog? non avendo un URL , se non urlo isterico?

      Elimina
    6. la cosa più semplice, o almeno io ho fatto così, è aprire un account youtube, registrare un video dove magari non ti si vede ma ti si sente e poi mettere il video nel post.
      se fai la domanda giusta all'oracolo (google) otterrai la risposta che desideri :D

      Elimina
    7. @Silvana le dichiarazioni, come i complimenti, mi imbarazzano...
      ...un rospo rosso :D

      Elimina
    8. Che ci devo fare? Amo l'ironia e tutti quelli ironici. Che vuole, da me?! La cosa la contraria? Peggio per lei!

      Un rospo rosso non si è mai visto, signor rospo, ne prenda atto.

      Elimina
    9. A me imbarazzano i ringraziamenti!

      Elimina
    10. Vuol mettermi in difficoltà?

      Elimina
  8. Bella pagnotta..... suona male?
    Comunque a volte anche al fornaio dentro non viene bene, quindi il tuo è perfetto! Ma usi la planetaria o l'impastatrice è un'altra roba?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'impastatrice e la planetaria hanno due movimenti rotatori differenti... alla fine impastano entrambe :D

      Elimina
  9. il fornaio rospo non me lo aspettavo di certo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah... questo blog ha anche una pagina dedicata ai miei trionfi culinari....come non te lo aspettavi!!!!!

      Elimina
  10. O.T. Gentile Kermit, mi occorrerebbe il suo aiuto. Se volesse essere così gentile da venire sul mio blog http://miscrednete08.blog.kataweb.it
    saprà di cosa si tratta.
    Spero nella sua benevolenza, chiedo scusa per questa intrusione ma non saprei in quale altro modo contattara e la ringrazio.augurandole buon pomeriggio.
    Guido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi creda ma in questo momento non ne ho voglia :D

      el me scùses

      Elimina
  11. Faccio spesso la pizza a mano e adesso mi piacerebbe provare anche a fare una pagnotta, questa ricetta mi sembra adatta ai principianti come me, ma, chiedo scusa, lo zucchero non c'è negli ingredienti: è uno scherzo o l'hai fatto apposta per vedere se eravamo attenti? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti un cucchiaio di zucchero negli impasti lievitati salati ce lo metto sempre, ma questa ricettina, presa direttamente dal retro di una bustina di lievito di birra secco di non so che marca non lo prevedeva e io non ce l'ho messo. alla fine lievita comunque :D

      Elimina
  12. Signor rospo, se la finisca di mettere le mani nell'impastatrice e mi dica se la sua famiglia è stanziale. Ha ascendenze note al di fuori del luogo in cui abita? Ha abitato a lungo in una città diversa?

    RispondiElimina
  13. stanzialissimi.... nel raggio di 10 km

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma allora lei è perfettamente al centro del suo destino! Congratulazioni! Io sono squilibrata, invece. Sono sbilanciata 300 km a sud. Adesso mi tocca trasferirmi, accidentaccio. Oppure resto squilibrata. Eh, beato lei che è perfettamente equilibrato ...

      Elimina
    2. per me va benissimo col suo squilibrio :D

      Elimina
    3. Ha paura che venga ad abitare dalle sue parti, eh ...

      Elimina
  14. sto giro avevi comprato il crudo o sei stronzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il crudo ce l'avevo.... ma alla fine la maggior parte del pane è finita nello stomaco accompagnata da una bella padella di fagioli all'uccelletto!! (è che sono stronzo!)

      Elimina
  15. Signor rospo, guardi questa qui, la provi! Mi sa che è ottima.

    http://vivalafocaccia.com/2014/12/05/ricetta-torta-degli-angeli-angel-cake-o-chiffon-cake/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se riesco a costruirmi lo stampo credo che proverò a fare il panettone.

      quella torta però ha un bell'aspetto!!

      Elimina
    2. Gliel'ho messa qui apposta! Per fare colazione mi sembra perfetta, anche se me la immagino a fare colazione con la bresaola, non so perché. Forse perché quelli salaci preferiscono il salato, anche appena svegli. Io però ci metterei una bella spolverata di zucchero a velo, su quella torta. Che dice? Per quanto ne so, la lavorazione del panettone è lunga e laboriosa. Ci vuole la voglia sua! In ogni caso, buon lavoro!

      Elimina
    3. lo so che fare il panettone non è semplice e in effetti sarebbe la prima volta che faccio qualcosa di complicato in cucina.

      io a colazione di solito un caffè e 4 biscotti.

      Elimina
    4. Solo quattro e solo caffè? Ma le basta? Mi sembra un po' poco. Io prendo un bicchierone di succo o spremuta di arancia, un caffè doppio in tazza con 100/120 cl di latte parzialmente scremato,rigorosamente tiepido e senza zucchero, alternando una fetta di torta, ciambellone, crostata o una brioche del bar; oppure sei biscotti tipo galletta dolce e insipida. Quelli chiamati petit, per dire.

      Elimina
    5. quella non è una colazione, è un pranzo di natale :D

      Elimina
    6. Il cervello ha bisogno di zuccheri e liquidi, appena sveglio! Altrimenti si brucia!

      Elimina
    7. ok, infiliamoci anche del cotechino visto che ci siamo

      Elimina
  16. Sarà mica vegetariano? Su, su, è una colazione equilibrata che consente di arrivare all'ora di pranzo senza mangiare porcherie. Il motivo per cui ho da sempre la 42. Alla faccia di quella cicciona invidiosa della signorina S.

    RispondiElimina

commenti? fate vobis