Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 16 febbraio 2014

e Giovita ?

ieri grande festa patronale in città e in centro storico, partendo dal quartiere di S.Faustino c'è l'omonima sagra con bancarelle e tutto il mondo che gli ruota attorno.

L'ultima volta che c'ero stato andavo ancora alle superiori, che era anche una
fonte: Giornale di Brescia
buona occasione per "bruciare" (o come cavolo si dice dalle vostre parti "saltare un giorno di scuola") anche se io frequentavo in un'altra città.
Vista la poca voglia di pedalare che mi pervade in queste giornate grigie di febbraio abbiamo deciso di farci un giro, che l'alternativa era un giro alla festa di S.Faustino al mio paesello, col palo della cuccagna e le frittelle.

In vent'anni o poco più è cambiato poco, a parte che siamo arrivati in pieno centro in metropolitana. La folla marcia compatta in visibillio tra caldarrostari, venditori di porchetta, pentole e altra paccottiglia, come se non avessero mai visto un mercato in vita loro.
Insomma, ho deciso che la prossima volta che ci vado avrò almeno sessant'anni!
E' stata comunque una buona occasione per passare del tempo con gli amici più cari che, in mezzo alla ressa, si rischiava anche di perderli :D
una chioma conosciuta.... alla ricerca disperata di una borsa che non comprerà !!

io frequento gente "country-western"... sappiatelo

l'apparente saggezza del barbuto a lato non gli impedirà di spendere dei soldi per l'acquisto di un tubo
Il fatto però che il centro storico di Brescia sia il quartiere di San Faustino e la fiera parta da lì e si snoda per le vie e le piazze adiacenti fa sì che il popolo chiami questo evento "la festa di San Faustino" dimenticando che c'è anche l'altro patrono, Giovita, da ringraziare per la giornata di festività pagata.

Ecco, credo che la prossima volta che ci andrò sarà quando il popolo deciderà di andare alla "festa di San Giovita".

Punto.

13 commenti:

  1. uaaaa c'è la metro a brescia?
    da me si dice "fare filone", non so perchè. Bigiare, intendo.
    Ia quando farai sessantanni verrò con te, portiamo un paio di badanti e ce la spassiamo! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la metro c'è da un paio d'anni ormai.

      me la segno Geggè, ma non diciamolo troppo in giro, sia mai che ualche cagnaccio si arrabbi !!!

      Elimina
  2. Qui si dice "fare seghino". Quella testa ha bisogno di un bell'impacco nutriente! E di cambiare parrucchiere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è colpa della qualità fotografica del mio telefono, mi creda!

      Elimina
  3. Ok. Le credo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo. Lo consideri un privilegio. Sono anni che non credo a niente di tutto ciò che è virtuale.

      Elimina
    2. accidenti, quasi quasi mi invento una nuova religione!

      Elimina
    3. Bravo. Cominciamo dal nome. Il nome è tutto.

      Elimina
  4. Adoro le sagre di paese.
    Probabilmente ho già superato i sessant'anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anch'io le adoro, ma ultimamente mi accorgo che sono tutte uguali !

      Elimina
  5. Se manga e se beve ... meglio andarci d'estate, quando poi posso smaltire tutto in bici (ma tu ci vai sempre, e allora....):

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci vado poco... e magno e bevo "sempre" :D

      Elimina
  6. Amo le sagre paesane o quelle cittadine,noi a Trieste abbiamo "La fiera di san Nicolò"(01/12/-07/12) una volta c'erano le baracchette di legno,oggi gazebi bianchi tutti uguali,ma le merci o meglio cianfrusaglie, sono quasi le stesse di sessanta anni fa,nonostante,non manco mai.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina

commenti? fate vobis