Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

martedì 21 gennaio 2014

Aspettando Geova


La domenica mattina, che si dorma o si stia facendo altro c'è sempre
qualcuno che suona il campanello per romperti i coglioni. 
Come due domeniche fa, fortuna volle che ero sveglio, indaffarato per i cazzi miei in garage, le mani nere di grasso della catena, la mtb con le ruote in alto e la sella e il manubrio appoggiati al pavimento, la cassetta rossa aperta per terra e gli attrezzi sparsi un po' ovunque sul pavimento quando............

_ Papà..... suonano al campanello. Papà..?!?!? Papààààààààà vai tu a vedere chi è?

_ Marta non ci puoi andare tu che sto finendo di riparar la bici?

_ Ci sono andata alla porta, è un negro, con la borsa. Io non gli apro.

_ Un negro......???? Pppalle!! Asp.. non ti muovere, vado io.




Provo a darmi una pulita con lo straccio sporco, ma è tutto inutile. Mi metto i guanti, cha avrei dovuto mettere prima, ma mi capita spesso di fare queste stronzate, socchiudo il portone del garage e sbircio senza farmi vedere.
L'è proprie en negher , penso tra me e me, che immancabilmente sta li col dito sul campanello del cancello e suona come se fosse l'unico scopo della sua vita. Esco in cortile.

_ Dicaaaa.. ha bisogno ?

_ Buona domenica signore. Mi chiamo Giovanni, non ho un lavoro mi puoi comprare qualcosa? Lo so che non ti serve niente ma se non vuoi niente magari mi puoi dare due euro che così compro il biglietto del treno che devo tornare a Verona e non ho i soldi.

Giovanni?!?! Ma chest che l'è dre a ciapam per al cùl. è basso, un po' tarchiato e il borsone che ha sulle spalle è più grosso di lui. Lo faccio entrare.
Io la domenica che sono sveglio e mi suonano il campanello di solito faccio finta di dormire, ma certe volte li faccio entrare, soprattutto se è di buon ora e per strada non c'è in giro ancora nessuno.

_ ve dentèr Giuan, ve che...

Ricordo ancora due anni fa la prima domenica che ho fatto entrare qualcuno mi pare due zingare, avranno avuto forse quindici anni... oddio, non è che avessero suonato il campanello quella volta le ragazzine, e nemmeno stavo facendo finta di dormire, ma dormivo di brutto, dopo una nottata in disco coi soliti compagni di bevute. Marta non c'era, viene da me per un fine settimana al mese, che gli altri giorni sta con la mamma. Quella volta mi ero svegliato di soprassalto alle 7 e qualchecosa e stavo correndo a vomitare quando ne ho  trovata una nell'atrio. Una moretta bruttina, col viso affilato e una brutta gonna a fiori. Cazzo, si è messa a urlare qualcosa in rumeno, ma poteva essere anche bulgaro o uzbeko o serbocroato. Dopo un millisecondo è arrivata l'altra, grassoccia, col doppio mento e le trecce, che parlava veloce in una lingua che sembrava dialetto romagnolo. Si sono zittite improvvisamente, mi guardavano, lo vedevi che non avevano paura. Io le guardavo, mi girava tutto e ci stavo capendo davvero poco. Più che altro mi era passata la voglia di vomitare. Guardavano me, ma soprattutto dietro di me, l'unica porta che dall'atrio si apre sulle scale per il piano di sotto, dove c'è la cantina, la lavanderia e il garage. La grassa si avvicinò e mi infilò una mano nelle mutande, cominciando a massaggiarmi le palle sussurrando dolci frasi in slovacco del sudest. La magra affilata senza togliermi gli occhi di dosso mi passò di fianco, piano, senza fretta. Mise una mano sulla maniglia della porta proprio mentre la sua amica smise di massaggiarmi e cominciò a strizzarmi letteralmente. Stavo sicuramente bestemmiando quando si misero a correre per le scale. Riuscii a prendere la tipa per una treccia e nel tentativo di divincolarsi cadde rovinosamente travolgendo la complice che era già a metà scala. Ricordo che passai minuti interi o mezz'ora seduto sul gradino in cima alla scala guardando i capelli neri che tenevo stretti in mano. In fondo, sul pianerottolo, la ragazzina magra mi guardava con gli occhi sbarrati dentro una pozzanghera rosso scuro mentre quella grassa con le trecce era poco più avanti che piangeva strisciando sul pavimento cercando di raggiungere una via d'uscita senza riuscirci dato che si era rotta una gamba o forse entrambe. Avevo beccato due ladre in casa e una era morta. Pensai che se avessi chiamato i carabinieri mi avrebbero mandato al fresco di sicuro. Pensai che la tipa grassa non se ne doveva andare. Non avrei dovuto farlo, fin da piccolo mi dicevano che era peccato mortale, ma una volta sceso di sotto la presi per le trecce e la guadai. Stavolta si vedeva che aveva paura e io le fracassai il faccione sul pavimento fino a quando non la sentii più frignare.
Poi finalmente vomitai e mi passò tutto.

E il buon Giovanni, che si sarebbe accontentato di due euro, quella domenica l'ho fatto entrare in garage e col cacciavite lungo  altro che due, glie ne avro contate almeno ventidue. Poi l'ho messo in cantina a far compagnia alle due zingare, a quello che vende il folletto, al packistano dei volantini, al ragazzino che vendeva i biglietti della lotteria dell'oratorio, alla signora che cercava la mia ex, all'amichetta di Marta che era venuta a chiamarla per andare in chiesa.

Negli ultimi anni non mi hanno mai suonato i testimoni di Geova, ma io li aspetto impaziente, credo di essere l'unico che amerebbe essere svegliato dal suono fastidioso del campanello la domenica mattina dopo una lunga settimana di lavoro dai testimoni di geova.... sono proprio una brutta persona.



Questo racconto (si fa per dire) partecipa all'EDS sul peccato e sul colore rosso.
Gli altri:
  1. Melusina con Gloria mundi
  2. Dario con Lisa Borletti
  3. Dario con Turi Pappalardo
  4. Dario con Lucevan li occhi suoi più che la stella
  5. Gordon Comstock con Il peccato più grande
  6. Fulvia con Biancaneve
  7. Melusina con Red Velvet
  8. Hombre con Present continuous
  9. Angela con Pensiero stupendo - trilogia
  10. Gabriele con Cave cave deus videt
  11. Io Camèl con Vedo rosso
  12. Melusina con L'amore ai tempi dei nonni
  13. Pendolante con La confessione
  14. Melusina con Mille papaveri rossi
  15. Gabriele con Pesci bianchi, pesci rossi
  16. Michela con Apple
  17. Pendolante con Generazioni
  18. Lillina con Iago
  19. Cielo ccon il pantone, altro che rosso
  20. Calikanto con Tabarin
  21. Hombre con nove primi venerdì
  22. Melusina con I salami della Beppina
  23. Leuconoe con Sogno di un pomeriggio di mezzo autunno
  24. Il Pendolo con Il treno rivelatore

43 commenti:

  1. Aahah, bellissimo!
    Peccato che non hai descritto cosa succede in casa tua ai TdG! :)

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Fantastico! Me per la puzza, come fai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se qualcuno lo chiede dico che sono io a puzzare. passato il primo attimo di imbarazzo poi si può parlare d'altro :D

      Elimina
  3. Se avessi la cantina lo farei anch'io... di scocciatori al campanello ne ho in continuazione.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece inviterei un operatore di fastweb che ultimamente non lo sopporto più :D

      Elimina
  4. Io ogni volta ci casco...un giorno di questi ci resto secca! (così mi metti in garage...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ci resti secca non mi lasci il divertimento.

      Elimina
  5. Fortissimo!!! Sei proprio una canaglia, ma simpatica.

    RispondiElimina
  6. E io lo sapevo che sei un assassino :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma nooooooo.... è solo un hobby

      Elimina
    2. è la mia scusa più frequente.

      Elimina
  7. Non ho capito, l'hai scritto tu?
    Comunque, complimenti allo scrittore!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oddio non dire la parola scrittore rivolgendoti a me.... potrei ucciderti!

      Elimina
  8. Gulp! meglio non suonare certi campanelli... Un racconto da brividi!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma neanche tanto....... vuoi vedere la mia cantina ?

      Elimina
  9. Ecco perchè fin dall'inizio della nostra conoscenza bado bene a non fracassarti il @@@ con troppi commenti, specialmente nel fine settimana...forse era sesto senso ;)

    RispondiElimina
  10. Un canovaccio da farci un bel corto..
    Fantastico..la fortuna spesso nell'agganciare sul web blog che ti intrigano per motivi diversi..
    Il nome per esempio e la dicitura sottostante ...
    La tua sublime, come il racconto..
    Mi sono iscritta, posso sperare in un ricambio?
    grazie e un abbracxcio "feriale"
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah.... dici? in effetti il sottotitolo di questo blog è la cosa che mi è riuscita meglio (non sto mentendo !!) :P

      io ricambio sempre.... anche se in questo periodo leggo pochissimo!

      Elimina
    2. Kermit mio amcio verde...
      La tua iscrizione mi ha reso felice ed orgogliosa, tu non ci crederai , ma questa è la realtà!
      Bacio super..
      Vado a salvare il blog tra i preferiti!
      :::)))

      Elimina
    3. ossignur.... per così poco !=?!?! grazie, allora non ti ucciderò

      Elimina
    4. Beh, proprio con tutti no...

      Elimina
    5. ops......... :D

      di solito mi iscrivo sempre ai blog di chi lascia un commento qui dentro almeno per capire con chi ho a che fare :DD, se a volte non l'ho fatto è per il 98% causato da motivi tecnici, l'1% da mancanza di tempo e l'1% da mancanza di testa (mi sono dimenticato) :D

      Elimina
  11. Dì, ma dov'è che abiti? Non vorrei tu fossi un mio vicino a cui sono costretta a bussare perchè mi si sta allagando casa. Che sai sono sfigatissima e mi potrebbe succedere benissimo quando sono sola e disperata.
    Visto che la vicina non c'è ancora finita in cantina da te, ci terrei a starti alla larga di domenica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i miei vicini per fortuna non sono così vicini.... vuoi sapere dove abito ? suona un campanello a caso!

      Elimina
  12. È orrendo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. minchia, e io che pensavo di essere pronto per il premio strega!!

      pazienza..... :P

      Elimina
    2. Le sembra bella la roba che vince il premio strega? Lo ha vinto pure, post mortem, Passaggi in ombra di Maria Teresa Di Lascia, tra strombazzamenti vari che lo definivano il nuovo Gattopardo. È finto dentro il bidone dell'immondizia, il posto adatto ad un'autentica schifezza.

      Elimina
  13. Mi son fatto delle grasse risate. Il punto migliore? Questo:
    Poi finalmente vomitai e mi passò tutto.
    Grande Kermit!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ero molto indeciso sul omento in cui avrei dovuto vomitare :D

      Elimina
  14. Spero di vederti sul podio con spumante e bacio delle miss ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è più facile che io vinca il giro d'italia

      Elimina
  15. Siberia Silvan22 gennaio 2014 23:28

    Sì, le misstreghe.

    RispondiElimina
  16. Bestia che sei, sto male ma rido...
    All'inizio pensavo che volessi essere gentile col negher, tipo pagargli un panino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi è capitato di essere gentile e il destinatario della mia gentilezza appena girato l'angolo ha buttato il mio cibo nel primo cassonetto.

      Elimina
  17. Mandami il tuo indirizzo che se mi perdo dalle tue partilo evito come la peste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. argh... non sai cosa ti perdi se ti perdi!

      Elimina
  18. Signor rospo, sono sconvolta! Sono finita in basso sul suo profilo e ho scoperto che ascolta la musica classica. Sono due anni che bazzico qui e vengo a saperlo così per caso. È una vergogna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non è che la ascolto ogni volta che ascolto musica, è che la musica mi piace tutta (tranne quella roba tecno, house o hiphop), anche quella classica

      Elimina

commenti? fate vobis