Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

lunedì 27 maggio 2013

dottor..... assessor

ora che ho votato posso finalmente ammalarmi.

la mia paura non è certo quella di non poter metter la crocetta sulla scheda elettorale. no, di quella non me ne frega davvero un cazzo, anche se si deve scegliere il sindaco o la giunta, vinca quel che vinca, per il momento ho deciso di subire le decisioni altrui.

No, il problema è che il mio medico storicamente si candida sempre a una
carica di assessore/consigliere comunale e se vai nel periodo preelettorale in ambulatorio, per carità, ti visita e ti cura sempre nel migliore dei modi ma poi ti istruisce sul voto, ti mostra i progetti futuri per il paese e (secondo me) con un po' di imbarazzo ti chiede apertamente di votare per lui.

la prima volta è capitato una decina di anni fa o giù di lì. io che tutt'oggi sono politicamente ignorante come una capra morta venni preso alla sprovvista: dopo essermi fatto redigere il dovuto certificato che mi serviva, nel momento del congedo mi fermò, si appoggiò alla poltrona e iniziò a parlare di politica per minuti interi mentre i pazienti impazienti attendevano nella sala d'aspetto. In quel momento capii perchè le due persone prima di me ci avevano messo un'ora a farsi visitare.

dopo il comizio privato gli chiesi da che parte stava, domanda che fanno tutti gli ignoranti in politica. non ricordo se mi rispose centro, destra o sinistra, ma in questi anni gli ho visto cambiare schieramento almeno un paio di volte da un estremo all'altro.

naturalmente anche se non ho mai votato per lui viene regolarmente eletto perchè ha un esercito di mutuati perfettamente istruiti ed evidentemente ben curati (è ancora uno di quei dottori che ti viene a visitare a casa se stai male......).

quest'anno la bronchite di mio figlio mi ha portato in ambulatorio una settimana prima del voto ma forse, memore del mio menefreghismo o forse ho fatto trasparire troppo evidente la mia voglia di andare a lavorare pur di restare li ad ascoltarlo :D mi ha dato solo un paio di "santini" con la sua bella faccia e con scritto le solite cose che ci sono scritte sui santini dei politicanti e mi ha congedato, ma stava già tirando fuori una planimetria o una mappa catastale per condividere con me le sue idee in fatto di urbanistica.

alla mia uscita quelli in sala d'aspetto non credevano ai loro occhi ma avranno pensato di certo che ero già a conoscenza dei favolosi progetti per il paesello.

il medico di un paese piccolo è certamente (o era) una specie di istituzione, è sicuramente uno col cervello, che ha studiato, che gode della fiducia di molti cittadini, magari meriterebbe anche di essere scelto per il ruolo a cui si candida, ma io non lo voto, non mi piace questo modo di fare campagna elettorale da ambulatorio, mi sembra al limite del voto di scambio, lo trovo subdolo.

e la cosa a quanto pare è piuttosto diffusa :D

domenica 26 maggio 2013

Esco a fare un GIRO

fonte: Brescia Today
Quest'anno causa cambio di orari lavorativi e abitudini mi sono perso tutto di questo giro d'italia. E lo ammetto, mi manca un po' fare i turni, arrivare a casa stanco accendere la tele e farmi cullare dalla telecronache soporifere di Auro Bulbarelli col commento tecnico di Davide Cassani. Lui si che mi faceva sognare, anche quando i vari supermanPIPPATIdel pedale scalavano le epiche montagne del giro a 30 all'ora.... sognare, sul divano.
zona arrivo - piazza Garibaldi
Di solito mi svegliavo a fine tappa dove a una specie di processo alla tappa alcune persone, evidentemente 'imbriache', dicevano le stesse cose di Bulbarelli, però urlando e credo sia per quello che mi svegliavo. Comunque a modo mio ero informato, sapevo chi aveva le varie maglie, se il giorno dopo c'era qualche "tappone" o era previsto un finale allo sprint.
Quest'anno ho appreso l'altro ieri che Nibali stava cannibalizzando il giro e tra le varie che una tappa è passata a un paio di chilometri da dove lavoro.
Non so per qual motivo (e ancora me lo chiedo) quest'anno il giro è finito a Brescia e non a Milano così, con la bici ancora attrezzata da cicloturista, complice un bellissimo sole e un gran vento a favore, dopo essermi scofanato un paio di fettazze di lasagna parto e dopo un'ora arrivo in una città tinta di rosa (cassonetti compresi!!).
Naturalmente andare a vedere il giro in bici sembrava un buona idea, e in effetti non ho avuto problemi di parcheggio, però la gente è accorsa in massa in centro ed era davvero difficile muoversi.

zona VIPS
Passo un po' di tempo all'arrivo, vicino a una gabbia chiusa con catena e lucchetto e presidiata da un "gorilla" in giacca e cravatta dove i vip di brescia e alcune leggende del pedale (ho riconosciuto Moser, Bettini e mi pare Fondriest) mangiano e bevono sotto gli occhi compiaciuti del popolo privo di pass di accesso. Dopo il primo passaggio dei nostri eroi giro la bici e provo a tornare in piazza Loggia perchè qui non riesco a vedere niente a parte una sfilata di belle ragazze che provano ad entrare nella zona riservata.

In piazza non ci arriverò mai, la gara è alle battute finali e devo passare sul marciapiede pieno di gente. Poco male, in via san Faustino il centro storico di Brescia riesco a trovare un buco sul ciglio della strada non transennata dove i ciclisti a bordo delle loro bici spaziali passano a manetta tra gli applausi di due ali di folla e gli sguardi attoniti ma divertiti degli spacciatori senegalesi.
gruppo compatto





video

Dopo l'ultimo giro la gente invade la strada per assistere alle premiazioni in piazza Loggia. Non mi azzardo a seguire la folla ma faccio un giro, dopo una breve salita, sulle strade deserte del castello. Da lassù si sentono le voci lontane degli speaker, gli applausi per Cavendish e Nibali, si vedono i tetti della città. Ho respirato un po' dell'atmosfera dell'evento e ho visto il gran lavoro che sta dietro a tutta questa carovana colorata. Ho passato un pomeriggio diverso e posso anche dire di esserci stato.

il tetto della Loggia... il nuovo sindaco dovrà ripararlo :D


La Pallata

 e ho anche pedalato per 60 km.... non accadeva da un paio di settimane almeno.

PS: le foto sono state scattate con un sonyEricsson d'annata che in mio nokia due giorni fa ha avuto un incidente mortale e la qualità non è eccelsa (anche perchè era la prima volta che lo usavo!!!)

fonte: GiornalediBrescia.it

sabato 25 maggio 2013

l'editoriale fantapolitico

Come se fosse la panacea di tutti i mali, alla vigilia delle amministrative che coinvolgono più di otto milioni di elettori e grandi capoluoghi come Roma, l'annuncio è stato dato quasi a reti unificate:
il governissimo unificato si sta adoperando per l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.
e lo dicono ieri, dopo che un referendum lo aveva già deciso circa venti anni fa.
Questi qua, per tirar acqua al loro mulino manderebbero la carfagna casa per casa a fare pompini, non hanno proprio vergogna di nulla, sono solo delle gran .........................

un sottosegretario a caso (immagine di repertorio)
Tra le altre cose io sono favorevole al finanziamento pubblico dei partiti solo che li finanzierei in modo diverso, non "a pioggia" come si finanziano tutte le troiate in italia., ma questo sta diventando un discorso troppo impegnativo per uno reduce da una festa della birra.

vedremo come andrà a finire... secondo me finirà come per l'abolizione delle provincie :D

venerdì 24 maggio 2013

ancora

l'immagine non ha nulla a che fare col testo
vuoi o non vuoi bisogna che si faccia un post sull'acqua e sulla pioggia di questi giorni. non che mi dia fastidio (come ai più) e non scriverò nemmeno che mi sono cresciute le branchie o che sto ammuffendo.

al massimo la rottura è che di solito, a fine primavera, iniziano le prime feste di paese all'aperto, i pani e salamina, gli spiedi, la musica, le birre..... invece, causa acqua, tutto viene annullato o rimandato a data da destinarsi.

faremo altro.....


sabato 18 maggio 2013

digital divide / bis

E io che sono stato li a insegnargli .......................

la struttura del computer,
le  periferiche, 
la memoria, 
il processore, 
il sistema operativo, 
le cartelle, 
i file, 
i tipi di file, 
come vengono scritti su disco, 
C:/, D:/,Z:/, 
come si memorizzano, 
come si modificano, 
come si cancellano,
come si gioca al solitario,
come si scrive un testo,
come si disegna con paint,
come si salva una foto,
come si accede alla rete,
come si cerca un sito,
come si scrive la @,
come si invia la posta,
come e perchè registrarsi a un sito,
come e perchè ogni sito non ti farà accedere se non ti registri prima,

e alla fine...........

mio papà è finito su facebook,
e gioca a bobble saga ufus,
e gioca a candy pandy cuppi,
e gioca a city farmvill fugus....



.....e mi invita pure a giocare

martedì 14 maggio 2013

Esco a fare un giro in bici - Il cicloraduno della Contessa

Quest'anno credo che il lavoro mi darà davvero poco tempo per pedalare e il meteo fino ad oggi non mi ha aiutato molto :(
Dato che non so quando avrò davvero un week end tutto per me approfitto di questo per partecipare all' iniziativa organizzata dai soci dell' AIIC della sezione di Reggio Emilia.
Per l'occasione prendo ferie già per venerdì, cerco un posto per dormire la notte a Reggio con l'idea di arrivarci pedalando, tanto sono "solo" 100 chilometri, e invece venerdì mi sveglio e piove. Non voglio rischiare di pedalare sei ore sotto l'acqua per cui decido di andarci in treno partendo sabato mattina.
 Il viaggio in treno coi Regionali Veloci di trenitalia è sempre un'incognita. Alla fine arrivo all'appuntamento davanti alla stazione in orario grazie al fatto che i tre treni che dovevo prendere erano tutti in perfetto ritardo.

venerdì 10 maggio 2013

cycling in the rain

ebbene sì, non sto pedalando affatto in questi giorni uggiosi e se capita una giornata di sole devo dedicare il poco tempo libero dal lavoro al giardino per evitare che l'erba mi arrivi sopra il ginocchio.
e poi diciamolo pure, se è necessario si pedala anche quando piove, tipo per recarsi al lavoro, ma se non è necessario e uno non si deve allenare per forza macinare chilometri e chilometri sotto l'acqua è una vera rottura di coglioni...... a meno che non si pedali in compagnia.



è per questo che domani metto la bici e il mio culone su un treno, destinazione Reggio Emilia per partecipare al cicloraduno della Contessa e se tutto va bene non pioverà nemmeno!!!

pronta a partire......... e piove :P


a prestooooooo.....


lunedì 6 maggio 2013

Editoriale fantapolitico

mah ........allora nemmeno lui era immortale !!!!

immagine di repertorio - fonte

dai che pian pianino la classe dirigente si sta rinnovando da sola :D

"il potere logora chi non ce l'ha" - G. Andreotti

mercoledì 1 maggio 2013

Amarcord

quelli che.......
il problema è che non mi ricordo chi si sposava :D

durante la cerimonia andavano sempre al bar.....

festa

tanti auguri


ce n'è bisogno........

AGGIORNAMENTO: aderisco all'iniziativa che apprendo dal blog di Gattonero perchè nel nulla generale se c'è un'idea è meglio farla girare........ male non fa!!
* * * * * * * * * *

A partire dal 1 maggio 2013

Ai fini dell’applicazione dell’art. 1 della Costituzione italiana sono istituite presso i centri di impiego regionali e provinciali le liste di collocamento al lavoro con carattere obbligatorio e pubblico.

 Ogni cittadino in condizione di disoccupazione e che cerca con urgenza un’occupazione può iscriversi a seconda delle sue capacità professionali alle liste di collocamento e come minimo a tre tipologie di mansioni.

 Tutte le ditte private che assumono sono obbligate ad assumere tramite le liste di collocamento pubbliche per almeno il 70% delle assunzioni, sia per le assunzioni a tempo indeterminato e sia per le assunzioni a tempo determinato. Tutti gli organismi pubblici sono obbligati ad assumere tramite dette liste per il 100% delle assunzioni a tempo indeterminato e determinato, tranne per i posti soggetti a concorso pubblico.

 Tutte le ditte private che dimostrano di assumere per il 70% tramite le liste di collocamento pubbliche potranno detrarre gli emolumenti corrisposti a questi lavoratori dalla base imponibile IRAP.

Le assunzione avverranno sulla base delle seguenti priorità: carichi di famiglia e precedenza per maggior tempo di attesa in collocamento.


 Durante il tempo di attesa verrà riconosciuta una indennità di disponibilità al lavoro di 20 euro al giorno a carico dello Stato  esente da ogni tassazione e tributo. Ai fini previdenziali e pensionistici i periodi di permanenza di iscrizione alle liste di collocamento sono riconosciuti come lavoro effettivo.

 Il centro di impiego comunicherà al lavoratore in disponibilità il primo lavoro disponibile e il lavoratore sarà obbligato a prendere servizio. La mancata presa di servizio viene a comportare la cancellazione dalle liste per mesi tre e la sospensione dell’indennità per lo stesso periodo.

 Durante il periodo di permanenza in disponibilità i Comuni possono utilizzare gli iscritti alle liste per lavori socialmente utili. In tal caso i comuni provvederanno a pagare al lavoratore altri 20 euro per l’effettiva utilizzazione giornaliera.

 Ai fini del finanziamento di questi dispositivi vengono sospese tutte le pensioni superiori a 5.000 euro netti mensili e tutti gli emolumenti pubblici non potranno superare tale riferimento; e in caso di mancata capienza si farà riferimento alla fiscalità ordinaria proporzionale e progressiva.


SE IN QUALCHE MODO CONDIVIDETE
  
RIPETETE QUESTO POST 
 
 
E FATELO ARRIVARE  A SINDACALISTI E POLITICI