Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

venerdì 11 gennaio 2013

L'editoriale fantapolitico

Ieri sera esco dalla doccia e becco mio figlio a guardare delle oscenità davanti alla tv.
Dico, certe trasmissioni non andrebbero mandate in onda in prima serata o almeno mettessero il bollino rosso così un genitore sa come regolarsi.
Così ho deciso di accompagnarlo nella visione di questa cosa cercando in tutti i modi di spiegare quello che vedeva nel vano tentativo di non procurargli altri traumi.
Perchè anche certe rappresentazioni teatrali possono far male se l'animo dello spettatore è ancora puro.
Ottima la scenografia e i costumi, il trucco meriterebbe un premio, il copione è stato recitato alla perfezione. Abbiamo riso, abbiamo pianto, abbiamo esultato e gridato la nostra rabbia, il finale a sorpresa per qualcuno, un po' scontato per me.


Se questi qua fanno altre due o tre recite così, ben fatte, con perfetti tempi comici, suspance e colpi di scena è facile che l'attore protagonista possa davvero vincere l'oscar, con buona pace delle altre star dello show e di noi povere comparse.

35 commenti:

  1. perchè un genitore dovrebbe negare ai figli tali visioni? Per non rovinargli la sorpresa? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guardare dei politici che discutono, promettono o litigano non serve a niente. la politica va fatta, non va guardata.

      Elimina
    2. Wow, che considerazione profonda. Ma che le succede, nei weekend? Sarà la bicicletta?

      Elimina
    3. Faccia i suffumigi!

      Elimina
    4. si possono fare con la birra ??

      Elimina
  2. Non vietare nulla, poi si crea il mito delle cose vietate e il gioco diventa morboso ...

    RispondiElimina
  3. Teatro dell'assurdo, se non fosse che qui si sta parlando delle sorti di un...no va beh ma tanto io sono già emigrato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre a girare il coltello nella piaga tu vero ?!?!? :D ma dove sei emigrato che magari ti raggiungiamo tutti ????

      Elimina
    2. Dalla padella alla brace, mi trovo tra i catalani barcellonesi, che sono una copia dei padani veneti, levando xenofobia omofobia, e tutti i complessi della lega nord.

      Elimina
    3. ma dai... almeno c'è il mare!!

      Elimina
  4. Avresti dovuto spengere (un po' di poetico non guasta mai) quel programma e mettere un porno vero, perlomeno avrebbe imparato mosse che in un prossimo futuro potrebbe essergli utile sapere, e che tu (da padre conservatore e, nel merito, un po' imbranato come tutti i padri), mai gli avresti insegnato.
    "Quel" programma lo avrà solo mandato in confusione, e ancora adesso si starà chiedendo come sia possibile che un nano, in un paio d'ore, diventi un gigante (vabbé, un gigantino), mentre l'orco padrone di casa, un po' digrignando un po' ridendo, sia apparso come poco più di un topolino.
    La critica del giorno dopo dice: ha vinto l'orco perché ha sbancato gli indici di ascolto; ha vinto il nano perché è riuscito, nella tana del lupo, a vendere quello che voleva vendere.
    Essi hanno pareggiato, e tuo figlio chiederà a te la spiegazione di un pareggio che non avrebbe dovuto essere.
    C'entra un cazzo, ma hai letto che in una lista c'è pure Moggi? Strane coincidenze... a ben pensare.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, certe cose vanno spiegate, poi alla fine, magari prenderanno anche lui per il culo.

      Moggi? non mi stupisce, anzi, è in parlamento che dovrebbe stare!!! SI SI!!

      Elimina
  5. Io invece sono stata ancora capace di provare stupore. Stupore perché a distanza di... quanto? 10 anni? 20? Quanto?! Siamo ancora fermi a Santoro e Berlusconi. Siamo ancora fermi ai cori da stadio, alle questioni da ultrà della serie "siamo con lui o contro di lui". Siamo ancora fermi ai teatrini, ai buffoni di corte, alle scenette da burattinaio che, orrore e raccapriccio, fanno ridere. Perché lì si è riso. E basta. Come sempre si fa in Italia. Io avrei avuto voglia di urlare "ma che cazzo vi ridete, idioti? Ma perché non riuscite, semplicemente, a ignorarlo quel nano di merda? A farlo uscire dalla porta di servizio, solo e in silenzio? Perché non capite che lui, in mezzo a tutta quest'attenzione, sguazza felice?". Siamo tornati al punto di partenza. Siamo un cane che si morde la coda. E non capisco se è lui ad essere un genio o chi gli sta intorno ad essere un cerebroleso. Adesso tutti parlano di Silvio, di nuovo. Basta guardare la mia bacheca di Fb. Ci risiamo. Amarezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia nausea è la sua. Stessa sensazione, condita da una punta di grottesco di cui, evidentemente, si accorgono in pochi. Si sa, in tempi di crisi, gli avanzi si conservano e si riciclano, non si buttano.

      Elimina
    2. Che emozione. Era una vita che non mi quotavano.

      Elimina
    3. Oooh, signor rospo, lei è uno spraedicatore? Ecco perché ha quella posa! Tuona dal pulpito!

      Elimina
  6. Berlusconi è morto tre anni fa.
    Santoro è un agente infiltrato della Cia.
    Monti è un alieno.
    Io sono un troll.
    L'unica cosa vera rimasta oggi è la figa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che roba è?!

      Elimina
    2. dalle mie parti la chiamerei "figa di gomma"

      Elimina
    3. Che blog istruttivo. Una porta sull'ignoto.

      Elimina
    4. non si finisce mai di imparare :D

      Elimina
  7. Mai vietare qualcosa ai virgulti, è la volta che vogliono approfondire, sia si tratti di sesso che di merda mediatica.
    L'importante è non far finta di niente e parlarne.
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è da dire che il virgulto ha 17 anni.... ma non voterà questa volta :D

      Elimina
  8. Incrocio le dita e spero che tutti si armino di buon senso!

    RispondiElimina

commenti? fate vobis