Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 30 settembre 2012

0 - Il Po dalla sorgente al delta

Giorno 0: la salita al Pian del Re (69 km)

sul regionale delle 5:54 x Brescia
Per certi viaggi in bici ci vuole il giorno "zero", ovvero quello che serve per trasferirsi da casa al luogo dove si parte.


sabato 29 settembre 2012

giovedì 20 settembre 2012

l'angolo dello sputo (19)

qui i tagli li fanno solo a noi


...e cosa gli taglierei io......

CON QUESTA SI CHIUDE LA RUBRICA non periodica di sputi e bestemmie online..... ce ne sarebbe ma ho messo a dura prova il mio fegato e quello dei pochi lettori di questo bloggo. Tra qualche mese ci saranno le elezioni e già da ora sento i vecchi politici promettere, promettere, prometter......

Forse il nuovo che avanza (mmm dove sta???) è composto da cialtroni e incompetenti, ricordiamoci solo che il vecchio (che molti si apprestano a rivotare) ci ha portato dove siamo adesso.

Noi come popolazione però non siamo esenti da colpe, tipo quella di aver accettato tutto ....ma accade da secoli in italia.... senza mai alzare la testa.
Sarà la nostra mentalità? Francia o Spagna purchè se magna? Non aspettiamoci troppi cambiamenti dalla politica fino a quando non riusciremo a cambiare noi.

domenica 16 settembre 2012

Prossima partenza

Sono un cicloviaggiatore in erba. Ho fatto un viaggetto serio l'anno scorso e due brevi viaggi di tre giorni quest'anno. Però ridendo e scherzando, tra gitarelle e sgambatine quest'anno ho già raggiunto l'obiettivo che mi ero prefissato ad inizio anno, ovvero fare almeno 6000 km, molti dei quali con le ruote da 2.25 da mtb anche se almeno il 90 % sul totale era su asfalto.

Dal prossimo fine settimana dovrei avere una settimana di ferie che non ho fatto ad agosto, ma non sono stanco e non avrei nemmeno molta voglia di vacanza in questo momento. Però avevo in progetto di fare un viaggetto in trasversale lungo tutta la pianura padana seguendo il corso del fiume Po dalla sorgente al delta (o viceversa) e siccome ero comunque in fase di organizzazione potrei anche risolvere gli ultimi dettagli, fare i bagagli, caricare la bici su un treno e recarmi al punto di partenza di questo viaggio.



Uno degli aspetti più complicati da risolvere era la questione "moglie", risolto semplicemente dicendo che "sabato parto e sto via una settimana" e ignorando le sfumature di colore sul suo viso e il fumo che apparentemente le usciva dalle orecchie (*)

Altro aspetto è il reperire informazioni: una guida ben fatta per questo viaggio è pubblicata in due volumi, il primo l'ho comprato, il secondo me lo farò prestare da una biblioteca della zona; poi devo decidere come e dove dormire. Ho già una corposa lista di bed and breakfast  anche se l'idea di tirarmi dietro tendina e sacco a pelo mi stuzzica assai. Credo però che rinuncerò a fare campeggio libero nella campagna padana perchè sembra che il meteo non sarà troppo clemente la settimana prossima e la mia tenda è un'economica monotelo presa alla lidl senza contare che in questo periodo è aperta la caccia e il farsi impallinare le chiappe è sempre un rischio da non correre a cuor leggero. (**)

L'intenzione era di partire dalla sorgente, facendo la salita al Pian del Re (2020 mt sldm), e raggiungere il delta alla fine del viaggio. Le previsioni meteo condizioneranno sicuramente questo viaggio fin dalla partenza. I siti specializzati danno previsioni anche a quindici giorni ma a mio parere sono ancora poco affidabili (lo sono anche quelle a tre-quattro giorni....), comunque gli ho dato un occhiata lo stesso e se tutto dovrebbe essere confermato credo che per evitarmi una settimana con la nuvola fantozziana che mi segue dovrò partire dalla foce e incrociare la perturbazione per un paio di giorni a metà del viaggio; per ora aspetterò fino alla fine prima di comprare il biglietto del treno.

La bici è pronta, più pronta delle ultime volte in cui sono partito davvero allo sbaraglio. Purtroppo con le ruote grasse non riesco a montare dei parafanghi seri, soprattutto davanti per cui questo sarà un problema che non risolverò sperando in un altra settimana di siccità.

Il viaggio si dovrebbe svolgere per la maggior parte sulle strade dell'argine del grande fiume che in maggior parte sono percorribil da mezzi agricoli, per cui tanta pianura e tanta campagna; però ci sarà l'occasione anche di visitare delle belle città come Torino, Pavia, forse Piacenza e Ferrara (***), di stare un giorno in montagna (alla sorgente) e un giorno o due al mare (alla foce). Non mancherà nulla a parte la compagnia di qualcuno che pedali con me, anche se conto di trovare qualcuno per strada come mi è già capitato le altre volte e comunque... io pedalo da solo di solito, non sarà un grosso problema.

Il prossimo post spero sia di aggiornamento e di saluti prima della partenza, altrimenti rimanderò tutto all'anno prossimo.





NOTE:

(*) naturalmente scherzo, ma da quando le ho detto che l'ho tradita vedo che non mi manda volentieri nemmeno a comprare il pane....

(**) in molte provincie italiane (forse in tutte) fare campeggio libero è vietato e punito con ammende, per cui dovrei farlo di nascosto... e a veder bene.. io non ho mai fatto campeggio in vita mia!!!

(***) c'è chi sta provando a progettare la ciclovia in modo serio, vedi progetto Vento

giovedì 13 settembre 2012

domenica 9 settembre 2012

Esco a fare un giro in bici: giro del lago d'Iseo

Era un po' che ci pensavo: il lago d'Iseo pur essendo relativamente vicino a casa è proprio una zona che conosco poco, a parte la zona sud tra Iseo e Clusane che conosco magari dal punto di vista "gastronomico" XD e  che ho già raggiunto pedalando qualche mese fa.
itinerario
Il giro del lago in se è piuttosto semplice, sono meno di 70 km e lo potrebbero fare anche delle persone non allenate secondo me, ma io ho questo stupido vizio di partire dal mio giardino di casa e questa gitarella di tre ore alla fine mi ha impegnato per tutta la giornata.

mercoledì 5 settembre 2012

l'angolo dello sputo (17)

lo ammetto... ho pianificato la pubblicazione di questo post in giugno e la benzina


.....potrebbe anche costare di meno

si si.... eccome!

domenica 2 settembre 2012

il coccodrillo (Martini)

mi è giunta or ora la voce della dipartita a miglior vita di un famoso porporato in quel di Milano

e delle folle oceaniche che si sono recate nel capoluogo lombardo a rendergli omaggio



sui tg nazionali si susseguono le interviste e le testimonianze da parte di vips



e gente comune


io lo ricordo con affetto e stima e la sua presenza, quanto meno il suo spirito (santo), mi è sempre stata di grande conforto nei momenti più difficili della mia seppur breve vita






e sento già la sua mancanza