Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 29 gennaio 2012

post postsbronza (con dedica)

..................ci penso spesso ogni volta che piscio dentro un orinale di acciaio inox di quelli attaccati ai muri dei bagni pubblici o quando la faccio contro il muro di una chiesa sconsacrata ma anche no, contro le recinzioni delle piccole medie imprese di qualche zona PIP o più soavemente dentro un fosso nell'oscurità delle campagne della bassa.......................


martedì 24 gennaio 2012

lo sport più bello

ricordo sempre con un sorriso la frase del titolo detta dal mio compagno di banco dell'itis, penso si chiamasse Alberto, uno che al tempo aveva la faccia che pareva una grattugia e il naso di un pugile a fine carriera. E lui aveva solo 15 anni ma quando si buttava nella mischia non si tirava certo indietro.

giovedì 19 gennaio 2012

19 gennaio 1992 - 2012


Lo sapevo che ci sarei arrivato, anche prima dei computer con l'adsl e internet
vic 20

tra alti e bassi, gioie e dolori, salute e malattia avremo raggiunto il limite di sopportazione reciproca?
c'è un limite a tutto !!!???

da più parti sento dire va bene 10, van bene 15, van bene 20, fin anche 21, ma poi basta........


che 22 fan .........


 e poi l'altra sera quando ti ho visto mangiare ho capito quanto fossi la donna della mia vita
mi piace la tua carica di simpatia.....



e poi sei sempre così comprensiva e disponibile con me.....


nonostante tutti questi anni ho ancora voglia di te.
e chi cazzo credevi di trovarci? Scamarcio per caso ??

venerdì 13 gennaio 2012

Esco a fare un giro in bici

Grazie alla disperazione mattutina di un mio collega che per un nonnulla mi ha sbattuto giù dal letto prima delle 6 e 30 sono andato al lavoro molto presto e presto sono tornato. Sono già un paio di giorni che tra le 12 e le 15 il sole è proprio tiepido e mi invita continuamente a prendere la bici. E stavolta l'ho ascoltato e mi sono fatto il primo giro dell'anno. Trenta chilometri o poco più vestito a strati tanto per cominciare. Quando sono tornato a casa ero sudato come un porcello tranne i piedi, che verso le 16 e 30 hanno cominciato a ghiacciare in punta.

A quell'ora il sole non scalda più tanto e si sta abbassando sotto l'orizzonte, è un grande disco giallo pallido e tra i rami di un boschetto sulle rive del Mella si riescono a fare anche delle foto carine. Purtroppo, probabilmente perchè i guanti mi impedivano di fare le cose correttamente, queste foto non si sono salvate e non le vedrete mai. Mi è rimasta solo quella della faccia di un ciclista stravolto somigliante a quel porcello lassù.
(come sempre) scusate la faccia

venerdì 6 gennaio 2012

cose nuove

Al punto numero 1 di questo post mi proponevo impegnarmi a migliorare la mia persona dal punto di vista culturale, che per certi versi può voler dire un sacco di cose, o niente.
Oggi che ho riletto quel post mi sono chiesto (ma porca di quella vacca) se non avessi potuto mettere questo buon proposito al numero 7 e quello al numero 7 metterlo al primo posto.... dovevo essere proprio ebbro dei miei gas sotto le feste......


lunedì 2 gennaio 2012

CULInaria faidamè - il pandolce basso genovese

Ancora con la pancia piena di cibo e vino del cenone di capodanno mi appresto ad esaudire uno dei propositi per il 2012 (punto 8, qui) . La ricetta che ho  cucinato il 31 dicembre l'ho presa dal mio punto di riferimento per le ricette di panificazione e non solo che è VivaLaFocaccia (se vi piace avere le mani in pasta dategli un'occhiata che vale davvero la pena).

domenica 1 gennaio 2012

Midnight in Paris

Primo giorno dell'anno, sabato notte tra una cosa e l'altra (magari ci scriverò due righe più in la) ho fatto le sette del mattino. Sono andato a letto senza addormentarmi subito e poco prima delle dieci ero già sveglio. Casa mia come il resto del circondario è rimasto immerso in un silenzio irreale fin dopo mezzogiorno e dopo un paio di chiacchiere in famiglia senza pranzare perchè nessuno aveva fame la casa si è ritrasformata in dormitorio. Ma io non ho sonno e al cinema della parrocchia c'è l'ultimo di Woody Allen. Esco solo soletto e in punta di piedi arrivo al politeama.