Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

martedì 4 dicembre 2012

Premio UNIA

L'allegra coppia di criminali (Hide/Jeckyll) ha deciso di citarmi in un loro post e di invitarmi a partecipare ad uno dei tanti post collettivi (chiamiamoli così ma non è il nome giusto) che girano tra i blogger che consiste nel rispondere a sette domande, nello specifico inerenti il mondo della lettura, e alla fine andrebbero citati altri sette blogger che devono fare la stessa cosa.... (catena di santantonio de sta cippa, ecco il nome giusto).







1. Qual è il primo libro che hai letto in assoluto? 
E' passato tanto tempo.... suppongo L'isola del tesoro di R. Stevenson che mi ricordo però la copertina bianca lucida con un disegno di una mappa di un isola in rosso. Forse non è proprio il primo che ho letto (ho un dubbio tra Il giro del mondo in 80 giorni, 20000 leghe sotto i mari o viaggio al centro della terra) ma di certo è il primo chemi hanno regalato.

2. Hai mai fatto un sogno ispirato a un libro che hai letto? Se sì, racconta.
Forse 'La vita oscena' di Aldo Nove mi ha ispirato qualche sogno perverso, ma non è detto che non abbia preso ispirazione anche altrove.

3. Qual è la prima cosa che ti colpisce in un libro? La copertina, la trama o il titolo?
Il titolo è lì apposta per colpire :D ma anche un accenno alla trama a volte mi aiuta
4. Ti è mai capitato di piangere per la morte di un personaggio?
Il finale del Deserto dei Tartari di Buzzati ricordo che mi commosse parecchio, ma non è stata la morte del protagonista (che comunque muore poco dopo) ma il fatto che dopo una vita passata ad attendere il nemico alla fortezza debba farsi da parte perchè troppo vecchio e malato. Oppure mi sono cadute tre lacrime spontanee perchè ero al mio ultimo giorno di vacanza al mare..... mistero......

5. Qual è il tuo genere preferito? 
Fantascienza, Romanzi
6. Hai mai incontrato uno scrittore? 
No, qualche giornalista, ma che io sappia non avevano scritto libri o comunque non sono famosi.
 
7. Posta un'immagine che rappresenta cosa significa per te la lettura.
Io leggo per svago, curiosità, divertimento, relax, passatempo... e se capita di imparare qualcosa è anche meglio.

So che alcuni tra voi che seguono Sputailrospo divorano libri ma non mi va di decidere tu fallo, tu no, tu forse.... ecco, fate voi, se seguite questo blog e avete un blog siete invitati a rispondere a queste sette domande... se non avete un blog (Silvan) fatelo pure nei commenti che tanto c'è posto :D

PS: Sapete cosa significa UNIA ??? io no!!!!

17 commenti:

  1. finalmente riesco a leggerti senza problemi ;)

    RispondiElimina
  2. Non mi sono nemmeno posta la domanda del "cosa significa UNIA", pensa te xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me è di fondamentale importanza saperlo.... forse

      Elimina
  3. Criminali? Ahahahah fantastico! Ora ti voglio ancora più bene per questo :D (vale a dire "guardati le spalle" XD scherzo! Forse... XD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fai conto che il dottor jekyll era quello buono...... non mi fai paura :D

      Elimina
    2. Ma se non fosse partito da lui Mister Hyde non sarebbe esistito u.u quindi il male era radicato in lui u.u buuuuuuuuuuh! Paura? No vero?:(

      Elimina
    3. secondo me jekyll era una persona buonissima e a modo; la pozione non è frutto del suo male ma di un errada miscelazione degli ingredienti moentre tentava di riprodurre in laboratorio l'amaro medicinale giuliani

      Elimina
    4. Ehi! State forse dicendo che IO sono il male?????? La mia vendetta sarà dolorosa... bwuahuahua!

      Elimina
  4. Evviva!

    Grazie per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  5. Ieri ho ucciso un uomo. Voleva darmi il premio UNIA.

    RispondiElimina
  6. Unia. Unione nazionale impotenti arrapati?

    Non sono intenzionata a rispondere al suo quiz, ma siccome mi piace contraddirmi rispondo.

    La prima. Non mi ricordo, ma immagino sia stata una delle favole delle Fiabe sonore Fabbri. Il primo che mi colpì in assoluto lo presi in prestito nella biblioteca di classe. Si intitolavava 10.000 milioni di anni fa e mi era piaciuto talmente tanto che volevo diventare archeologa. Avevo 9 anni.
    La seconda e la quarta. No.
    La terza. Spesso mi colpisce la corrispondenza più o meno riuscita tra il titolo e la copertina, di cui noto SEMPRE il colore. Di un libro intitolato La logica del desiderio mi colpì la totale lontananza della donna in copertina, che in teoria doveva rappresentare il titolo, dall'idea che avevo di donna desiderabile. Era semplicemente orrenda ed inadatta, come emblema del desiderio. Comunque lo comprai per quello. Tristissimo e, a maggior ragione, la donna della copertina non c'entrava niente.
    La quinta. Romanzi, preferibilmente classici e raramente quelli del momento, ma soprattutto saggi.
    La sesta. Sì, ma essendosi comportato da stronzo è come non averlo mai incontrato..
    La settima. Un divano e un plaid o il letto, un comodino e la lampada accesa.

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. rimedi fatti in casa per le emorroidi.... chissà, magari può venir utile :D

      Elimina

commenti? fate vobis