Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

domenica 22 luglio 2012

L'ospite verde

Tra le cose nel giardino della mia defunta suocera c'era questo vaso dal quale spuntava una piantina di pochi centimetri. Naturalmente il mio pollice verde ha fatto sì che me ne dimenticassi, ma questa, a differenza di altri vegetali di cui mi sono preso cura decise di non morire e di crescere accontentandosi dell'acqua piovana



Così un bel giorno, ma quasi improvvisamente che il vaso in questione era in un angolo del mio giardino, mi ritrovo a guardare questo vigoroso fuscello alto meno di un metro dentro il vasetto che oramai cominciava a stargli stretto e decisi di metterlo in terra con la vana speranza che potesse essere un albero da frutto.


E dopo due anni di ospitalità nel mio giardino sul retro il piccolo è diventato più alto di me. C'è ancora il paletto che gli avevo messo per evitare di rompersi nelle giornate ventose del primo anno e che gli lascio inutilmente accanto. Purtroppo non ho mai visto fiori nascere su quella pianta e dalla foglia non so riconoscere che genere di pianta sia.

Non che sia importante saperlo che se non è morta fino ad ora può anche darsi che non abbia bisogno di cure particolari e magari mi accompagnerà lei idealmente al cimitero, ma mi pareva opportuno sapere chi sto ospitando da due anni nel mio giardino.
Se qualche "intenditore" passasse di qui e volesse esprimere un giudizio sulla pianta io metto qualche altra foto per facilitarne il riconoscimento, voi commentate pure.



Grazie :o)

45 commenti:

  1. Boh, io di piante non ne capisco nulla. Ma secondo me c'è lo zampino dello spirito di tua suocera nella sua tenace resistenza

    RispondiElimina
  2. "Dovrebbe" trattarsi del lauroceraso, adatto per siepi o come pianta esterna ornamentale. Per la ricerca Prunus laurocerasus.
    Non teme niente, né il freddo nè il caldo; la motosega sì.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi sembra, dalle foto il lauroceraso ha le foglie come dire "grasse" e lucide e mi sembrano più scure come colore.

      Elimina
  3. Ah e che ne so io? Forse è un gelso magari tua suocera voleva allevare i bachi da seta per farsi uno scialle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah.... non mi sembra neanche quello, anche se mi piacerebbe.

      Elimina
  4. Altezza della pianta attualmente?
    La crescita é veloce o lenta?
    Dimensione della foglia?
    É decidua? Nel caso che colore assumono le foglie?
    Fiorisce? Se sì in che periodo e colore?

    Non mi pare una pianta da frutto, credo sia un arbusto. Avrei detto un Eleagnus, ma non ci sono abbastanza dettagli.

    RispondiElimina
  5. se sapessi tutte queste cose saprei forse forse anche mezza risposta :OD

    Sappi che ti stimo comunque moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il che mi riempie di gioia, grazie. Immagino significhi che la pianta sta nel giardino di qualcun altro. Di solito quando é senza foglie o fiorisce si nota. A meno che uno non sia cieco come una talpa. O molto distratto.

      Elimina
    2. l'ho scritto che non aveva fatto fiori e le foglie ok in autunno cadono, ma non tutte :)

      Elimina
    3. Accidenti, ha ragione, chiedo venia. L'aveva scritto. Le foglie non cadono tutte?! Allora é sempreverde ma soffre il freddo. Cosa probabile, visto che ha la foglia grigiastra e le piante a foglia grigioverde amano i climi caldi. Certo, sarebbe indicativo sapere in che zona sta, ma non glielo chiedo, evitiamo. Mi sto intignando, perché la forma e il portamento della foglia sono piuttosto insoliti, dovrebbe essere facile capire cosa é. Darò un'occhiata ai miei libri.

      Elimina
    4. vivo in provincia di brescia, pianura padana. La ringrazio per l'impegno che ci sta mettendo. Sappia che non riceverà nessuna ricompensa a meno che non sia un albero da frutta, in quel caso pagherò in natura XD

      Elimina
    5. Oddio, un altro fanatico del do ut des, che strazio. Tutti sui blog, guarda caso. L'ennesimo motivo per non averne.

      Elimina
    6. fanatico di che??? (scusa, ho fatto l'itis XD). comunque alcune mie fonti mi dicono che potrebbe appartenere alla famiglia dei salici. che ne pensa?

      Elimina
    7. Era la prima cosa alla quale ho pensato. Ma, avendolo avuto, ho scartato l'ipotesi perché la corteccia del salice é inconfondibile. A guardare il tronco sembrerebbe un melo, ma la foglia del melo non é fatta così. Domani sbircio la famiglia dei salici.

      Anche mio fratello ha fatto l'Itis. Embè?

      Elimina
    8. l'ITIS: da noi il latino non si insegnava :)

      Elimina
    9. Embé? Ne ha sentito la mancanza? Io l'ho studiato e opportunamente dimenticato. Direi che é peggio!

      Elimina
    10. nonn ne ho assolutamente sentito la mancanza

      Elimina
    11. Infatti non si é perso molto. Ma forse lo dico solo perché ho avuto una pessima insegnante. Temo c'entri parecchio.

      Elimina
  6. Non viene dal mio sacco: mi hanno suggerito marijuna o, in alternativa, pianta di coca. Te la passo come me l'hanno data, ma ci credo poco.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. marijuana non è. la coca non la conosco ma speriamo che non sia lei.

      Elimina
  7. questa sì che é una buona notizia e un buon evento

    RispondiElimina
  8. opto per il salice nero... (scusa provengo dalla lettura di "voglia di terra"!) , ne ho uno simile ... ma non me ne intendo...
    ciao

    RispondiElimina
  9. Per un attimo ho pensato si parlasse di alcuni alieni ;)

    Grazie mille per il commento, CIAO!!!

    RispondiElimina
  10. Sono passata per vedere se c'erano sviluppi...nulla ...a parte la confusione...senti perchè non provi a postare la foto il qualche sito che parla di botanica? Forse magari....che ne so!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho chiesto a due provetti contadini che hanno un blog che seguo :oD. Per ora sembra non sia un albero da frutto e parrebbe della famiglia dei salici. magari aspetto che cresca un altro po', tanto per ora non mi da disturbo

      Elimina
  11. penso sia un Oleandro, fiorirà poi...devi concimarlo
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se quello é un oleandro, io sono ancora vergine. Considerando che giro film porno, lo escludo.

      Elimina
    2. giri i film nel senso che prendi il dvd e lo capovolgi ?

      Elimina
    3. Silver Silvan che acidume...Lei mi ricorda qualcuno che aveva lo stesso ph...cordialità

      Elimina
    4. Esatto! Lo fa anche lei?

      Acidume? Ricordi? Lennon mi ricorda nessuno, cara signorina. Ed é un sollievo, mi creda.

      Elimina
    5. Lei non, non Lennon, ovviamente.

      Elimina
    6. Infatti :) sono più unica che rara...signorina SS
      Mi dispiace ho un ph neutro e tendo alla dolcezza...sono come un bonbon
      " delizioso"...
      Lei invece possiede un magnetismo come dire... controverso ;)

      Elimina
  12. Risposte
    1. già tre che dicono salice.... speriamo che sia piangente che adoro quella pianta,

      Elimina
  13. Anche secondo me è un salice, ma dall'andamento della chioma non credo sia della varietà piangente. E' una di quelle piante che si vedono lungo le strade di campagna, o nei pressi di vecchi vigneti. I giovani rami si potano e diventeranno i tralci per la potatura/legatura delle viti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho notato che non era piangente... ma ci speravo

      Elimina
  14. Ho avuto il salice piangente, non é lui. In ogni caso ha bisogno di molte annaffiature, altrimenti si ammala e si becca in parassiti. Ho controllato, comunque, Salix alba, Salix caprea e Salix babilonica, ovvero il piangente. Controlli lei stesso le numerose immagini su Google delle foglie e del tronco. A me non sembrano quelle della sua pianta, le foglie, per quanto simili. Il tronco poi é proprio diverso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo annaffio talmente tanto che ormai sa anche nuotare!

      Elimina
    2. Grazie della risata.

      Elimina

commenti? fate vobis