Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

venerdì 29 giugno 2012

dalla parte degli animali

io guardo poca tv... tipo adesso è accesa e stanno parlando di Balotelli ma non la sto guardando. eppure nei millisecondi in cui butto l'occhio allo schermo, soprattutto sulle reti mediaset, vedo questa signora qui:
dopo la grande polemica su green hill e i cani da salvare dalla vivisezione questa donna qui si è lanciata in difesa degli animali a 360 gradi, quasi che gli animali dalla prossima legislatura andassero a votare. addirittura su canale cinque pare ci sia un tg bau bau micio micio o qualcosa del genere.
Bah, bisogna voler bene agli animali, ma quando si esagera si sfiora spesso il ridicolo.
E poi troppo comodo sbandierare l'amore per cagnolini e gattini.... e i rettili stronza che non sei altro? dei rettili non parli mai!!

qualcuno li ama

e dei ratti? le pantegante? usate quotidianamente nei laboratori di tutto il mondo e nessuno si batte per loro. io conosco gente che non va al mare perchè non sa dove lasciare la sua nutria. nelle spiagge dela riviera adriatica non sono ben accette.

che dolce daiiii
e gli insetti? non sono animali? non sono esseri viventi? e invece contro di loro usiamo delle vere e proprie armi di distruzione di massa

come un tenero pelouche
basta ipocrisia dunque.
basta tg cani e gatti
ma soprattutto....
BASTA BRAMBILLA!

14 commenti:

  1. :D
    Perfect!
    Io mi batto anche per le nutrie
    ( dicesi castorino... Quello che una volta erano le pellicce delle signore!
    Ora prova a dirgli che indossano nutrie!!!!
    Colpa della loro c...o di moda se gli allevatori le hanno liberate!)
    Amo a dismisura i rettili e roditori ma un po meno quelli che chiami peluche!
    Non amo la Brambilla, che parla e basta!
    Io voglio i fatti!!!!!!!
    A farla breve....bel post giovine, bel post !!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ami a "dismisura" rettili e roditori ??... però, chi l'avrebbe mai detto!!

      Elimina
  2. Ps... A titolo informativo....
    Se vuoi adottare un topino o coniglio scampato da laboratorio esiste il sito
    " la collina dei conigli".
    Qualcuno si batte per loro ;)

    RispondiElimina
  3. Io la lascerei parlare, c'è bisogno di maggior sensibilizzazione sugli animali, io li amo ma metto dei paletti, a volte si cerca di umanizzarli troppo e lei mi pare una di quelle che lo fa.

    RispondiElimina
  4. bellino come post:)
    la tipa li difende perchè giusto 4 gatti ancora le fanno il filo...

    RispondiElimina
  5. Potrei parlare di quello che ha combinato come ministro del turismo. Ma è meglio che taccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. poteva essere interessante invece.... per fortuna che non lo è più anche se, dato il battage pubblicitario sulla sua persona, ho paura che siederà su qualche poltrona importante anche la prossima legislatura ahinoi

      Elimina
  6. A me i topi non dispiacciono, ma, se posso scegliere, preferisco lo zampone con lenticchie o l'agnello con le patate al forno (oggi, p.es., preceduto dai fusilli al sugo fatti a mano, in casa; a seguire macedonia di frutta casereccia, nespole pesche albicocche, poi un quartino di torta con spumante della conad. Lo dice anche monti: se non facciamo sacrifici, dalla cacca non usciamo). Il problema coi topi è che non so che vino abbinargli. Il problema della brambilla? Il buon cassano direbbe: fatti suoi! Certo, pensare di ritrovarla ai vertici fa un pochino-tanto ribrezzo. (O ribbrezzo? Boh!).
    Ciao, che il sole oggi ti sia amico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ribrezzo va benissimo! Grazie per i sacrifici che fai oggi anche per noi.

      anch'io col topo non so che vino abbinare, ma so che col gatto un bel prosecchino fresco e non sbagli mai! XD

      Elimina
  7. Assassino!!! Nel senso che non puoi abbinare a un gatto, nello specifico alla cacciatora, un prosecco: minimo un Nebbiolo, se proprio le tue finanze non ti consentono uno stupendo Barolo. Il prosecchino fresco, quasi ghiacciato, si accompagnerebbe benino a una crostata di mirtilli-lamponi-more con sottofondo di panna montata e spruzzata di cognac (vabbé, poareto, anche di brandy è sopportabile). Con la speranza, comunque, che il gatto ti sia indigesto, e che la crostata finisca alla mensa della Caritas, che la apprezzerebbe, anche senza prosecchino.
    Ciao, e che la settimana ti porti tanto tanto calore (nel senso di tanto affetto, capisciammé).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai com'è.. si dice che dalle parti di vecenza il gatto sia piuttosto apprezzato, per cui da vicenza a treviso il passo è breve e il vino tipico di quella zona è proprio il prosecco. XD

      PS: il calore metereologico non manca, quello affettivo latita.... meglio, anche quest'anno non compro il climatizzatore

      Elimina

commenti? fate vobis