Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

sabato 31 dicembre 2011

l'editoriale fantapolitico (a reti unificate)

solo qualche numero per farvi capire che il governo tecnico era assolutamente necessario: le tabelle qui sotto riassumono il totale delle spese elettorali sostenute dai partiti e i contributi elettorali ricevuti dallo stato che rimborsa le spese elettorali pur essendo vietato per legge il finanziamento pubblico ai partiti: la differenza è sempre in attivo, ovvero i partiti riescono addirittura a guadagnarci un bel po' di soldi.

questa tabella con annesso articolo viene da qui





questa tabella con annesso articolo viene da qui

venerdì 30 dicembre 2011

propositi per il nuovo anno

sinceramente è una cosa che in quarant'anni non ho mai fatto e che probabilmente nemmeno quest'anno farò, però provare a buttare giù una lista di (buoni?) propositi potrebbe essermi d'aiuto, un po' come le to-do list che si fanno quando si hanno molte cose da fare e poco tempo per farle:




lunedì 26 dicembre 2011

natale tutto l'anno

Un tempo era bello credere a Gesù bambino che portava i regali. Era divertente giocare con la fantasia.Ora non serve. Consumiamo tutto l'anno e genitori e figli sono senza desideri.Nonostante manchi quasi un mese al 25 dicembre sono già cominciate le feste di Natale. Le città sono tutte piene di luminarie e i negozi pavesati a festa, in qualche paese è già stato allestito il presepe dove i pastori o i Magi hanno le sembianze di Battisti, di Clinton e di altri personaggi dell'attualità. Diciamo la verità: anche il Natale è diventato una festa insopportabile. Un tempo era la più bella e la più attesa, anche perché era l'unica. Noi bambini l'aspettavamo spasmodicamente tutto l'anno. E quando finalmente arrivava, e si consumava rapidamente in quella magica notte del 24, eravamo come colti di sorpresa. Ma anche gli adulti lo vivevano con la stessa intensità e commozione.

Lo so, per riflesso, dai volti dei miei genitori. Lo so, di persona, perché anch'io vissi così i miei primi Natali da adulto e, in seguito, da padre. Il Natale era ancora, negli anni Cinquanta e nei primi anni Sessanta, una festa che aveva qualcosa a che fare con lo spirito e con l'anima. Non era necessario essere cristiani per pensare che in quella notte si compiva un evento straordinario, che per i credenti era la nascita di Gesù, e per gli altri (per me, per esempio, che sono di madrepatria russa, dove si festeggia non Cristo ma «papà Gelo» ) era qualcosa di magico e di fatato, di irrazionale, di incomprensibile. Pensavamo sul serio che il giorno di Natale gli uomini fossero tutti un poco più buoni. Ricordo ancora la mia sorpresa quando, già ventunenne, un vigile mi appioppò una multa per sosta vietata proprio la notte del 24 dicembre. «Ma è Natale», gli dissi. Secondo quel me ragazzo i vigili non avrebbero dovuto dare multe in una notte come quella. Perche anche i vigili, a Natale, doveva- no,essere più buoni, più tolleranti, più comprensivi. E inutile dire che ho creduto a Babbo Natale fino ai limiti dell'impossibile. E guardavo con disdegno e con un certo orrore il compagnuccio di scuola, già scafato e saputello, che voleva convincermi che Babbo Natale non esisteva e che era tutto un imbroglio.

La notte di Natale, dopo che i miei mi avevano messo a letto, cantavo a squarciagola nel tentativo di non addormentarmi e di beccarlo quando arrivava. Ma regolarmente mi assopivo prima della fatidica mezzanotte consentendo così a mio padre, a mia madre e a mia sorella, più grande di me di nove anni, di preparare l'albero. Perchè a casa mia anche l'albero veniva portato da Babbo Natale insieme con le ghirlande, i fili d'angelo, le candeline, le palle e gli altri oggettini di vetro gonfiato che lo addobbavano. Ed era sempre un pino alto fino al soffitto, enorme, perché così voleva mia madre in ricordo della sua terra russa.

Credo che nulla potrà mai restituirmi la magia di quel momento in cui i miei mi permettevano di entrare nella sala abbuiata dalle tapparelle abbassate e vedevo l'albero illuminato dalle candele e sotto, nella penombra, i pacchetti con i regali. Perche, certo, c'erano anche i regali, chiesti con regolare lettera, correttamente francobollata e indirizzata con precisione «a Babbo Natale, in Cielo»: i soldatini, il teatro delle marionette, un gioco di società, un libro di figure, kit del piccolo prestigiatore e per i bambini ricchi, ma davvero ricchi, il trenino elettrico. Povere cose, semplici cose, rispetto a quello che ricevono i bambini e i ragazzi d'oggi, abituati a ben altro e a girare col denaro in tasca, ma che per noi coniugavano la parola proibita, «felicità», perché, assieme a quelli del compleanno, erano i soli giochi che ricevevamo nell'arco di dodici mesi durante i quali avremmo dovuto fare con quelli o con quegli altri creati dalla nostra inesausta fantasia.

Oggi il Natale è una festa come un'altra. Anzi un «evento» come un altro. Vale la Pasqua, il carnevale, la Festa della mamma, del papà, dei fidanzati, un concerto dei Take That, l'arrivo di Madonna o di Robbie Williams, il Festival di Sanremo, la gara di Formula Uno, Wimbledon, i Campionati del mondo, i Campionati d'Europa, la Champions League, la Coppa Uefa, la Coppa delle coppe, il Festival di Venezia, quello di Cannes, le sfilate di moda di Milano, di Roma, di Parigi, di New York e gli altri mille «eventi» che ogni giorno le Tv ci rimandano da tutto il mondo.Le città accendono le loro luminarie e i negozi infiocchettano e abbelliscono le loro vetrine. Ma cosa possono mostrare di più e di diverso dalla cornucopia di beni di cui fanno offerta tutto l'anno? E che cosa può desiderare un ragazzo che ha già tutto? Per il quale il computer simula perfettamente quei giochi che noi ci dovevamo inventare con i tollini, con i tappi di sughero, con le latte, con le piste disegnate col gesso? Cosa può ancora vedere, cosa lo può incuriosire, dopo che la tivù gli ha fatto vedere tutto? Noi avevamo gli animali di terracotta e qualche volta -ed era un avvenimento -ci portavano allo zoo, questi hanno le trasmissioni di Piero Angela dove anche i misteriosi è mostruosi accoppiamenti negli abissi marini vengono svelati fin nel dettaglio.

Il Natale è una festa commerciale, come tutta la nostra vita. Per questo si comincia a battere la grancassa un mese prima. E' una sovraeccitazione drogata, pilotata, penosa, fastidiosa e inutile perché c'è poco da eccitare in una società estenuata, sfibrata, che vive in perenne stato di overdose. La felicità è un attimo che non può essere dilatato. E Natale non è più Natale perché adesso è Natale tutto l'anno.

Massimo Fini

via http://www.ilribelle.com

(un post serio ogni tanto...... scritto da chi sa scrivere)

sabato 24 dicembre 2011

venerdì 23 dicembre 2011

Finalmente la felicità


Ebbene sì, erano davvero molti mesi che non entravo in un cinema e così, tanto per cambiare, tanto perchè mi hanno chiesto di andarci, anche se non stavo poi così bene che sarei stato volentieri a letto tutta sera, ma alla fine ci sono andato.


giovedì 22 dicembre 2011

google ?

giusto quasi un anno fa scrivevo questo post così, dato che era natale e volevo fare gli auguri. ora quest'anno è di nuovo natale e secondo le statistiche fornite da blogger questo post ha continui accessi perchè sicuramente c'era una bella biondina mezza nuda vestita da babbo natale.

se usi blogger sai cos'è sta roba
ma queste statistiche serviranno a qualcosa ? (adsense ?)

e poi, fare gli auguri in maniera più originale ? (ma da che pulpito ...cialtrone)

quest'anno mi vesto io da babbo natale porno e mi pubblico sul blog ? (ma per carità)

(tra parentesi: (risposte inutili a domande inutili (per un post inutile)))

ciao (ciao)

martedì 13 dicembre 2011

timido cronico

sono talmente timido che la prima volta che una ragazza mi ha baciato ...sulla guancia... in pubblico sono praticamente svenuto per alcuni secondi; un po' per l'emozione, un po' perchè era davvero brutta, fatto sta che quando mi fui ripreso l'unico ad essersene accorto, non creduto dagli astanti, fu un certo Stefano al quale sono praticamente crollato addosso a peso morto mentre attorno a me c'era gente che rideva come se fingessi il malore e stessi facendo il coglione come spesso mi capitava.
fedele ricostruzione (che non c'erano le fotocamere digitali ai tempi)

sabato 10 dicembre 2011

il momento

Ambulatorio medico - h 15.25

N. cosa ci faccio ancora qui
D. su, non dica così

N. non è giusto, mi sembra di dare tropo disturbo, devono occuparsi tutti di me
D. andiamo, io certi discorsi non li voglio nemmeno sentire, e se lo fanno lo fanno volentieri.

N. ogni giorno prego il signore che venga a prendermi e portarmi via, che a novant'anni qui io non ho più niente da fare
D. suvvia, cerchi di star bene e prenda i giorni che le restano con serenità

.......... sei mesi dopo.......

martedì 6 dicembre 2011

Sabato sera

Tutto sommato è stata una serata simpatica. Alle dieci di sera ero già al baretto con gli amici a sparare cazzate tanto per non perdere l'abitudine. Capita a volte di uscire anche in quattro o cinque, ma della mia compagnia sono l'unico dei felicemente sposati ad uscire regolarmente per cui alla fine siamo quasi sempre i soliti tre. Se poi uno dei tre si comporta come se partecipasse al suo funerale (1) sai che bello.

sabato 3 dicembre 2011

Cellular saga

Ebbene sì, anch'io mi sono dotato di telefono multimediale, ovvero ho ereditato dalla mia dolce metà un nokia n95 dato che lei ha sempre bisogno di un cellulare nuovo che non imparerà mai ad usare.


mercoledì 30 novembre 2011

ultime dal campo

ovvero ultimi.....

 
meglio di niente :o)
ieri ho raccolto 6 fiorellini.........
........ questi qui ce li pappiamo gratinati!!!

martedì 29 novembre 2011

Onore all'onorevole

Ai più calorosi fan, sostenitori, elettori, ma anche erettori di certo non sarà sfuggito l'evento

 
bei momenti di nazionalismo nostrano

mercoledì 23 novembre 2011

Peperoncini

Quest'anno oltre alla smania di pedalare ad ogni minuto libero mi era venuta voglia di provare a fare l'orto. Diciamo che nel giardino dietro casa veniva tenuto un orticello da mia suocera fino a qualche anno fa e delle sue coltivazioni sono rimasti gli "odiosi spinaci". Odiosi perchè anche se li estirpo (preferendo loro quelli del supermercato già puliti e scottati) continuano a ricrescere spontaneamente.

venerdì 18 novembre 2011

Perdere peso / 2

Avevo già parlato dell'argomento qualche mese fa in questo post autoironico sull'origine dei miei grassi e anche in un post di marzo dove parlavo del metodo Natur house seguito da un mio conoscente. Nel frattempo anch'io sono riuscito a dimagrire da gennaio 2011 ad oggi di almeno 14 kg e volevo condividere col mondo il metodo  che ho usato per raggiungere tale obiettivo.

sabato 29 ottobre 2011

domanda

Non vorrei sembrare insensibile, ma dato che non ho voglia di usare google, qualcuno sa dirmi come cactus si chiama quello lì che è morto la settimana scorsa in moto ?

NO, non lui.....


mmmm.. naa, nemmeno lui...


questa mi ricorda qualcosa......

E di certo non è nemmeno questo cactus, QUESTO è quello che auguro nel culo ai giornalisti di studio aperto che con questa morte ci camperanno per mesi e mesi. Siete solo sciacalli.

lunedì 24 ottobre 2011

L'editoriale fantapolitico

Ridono di Berlusconi, ridono di noi. Certo, a tutti capita di sorridere davanti ai progetti strampalati del parente strampalato, dello scemo del villaggio, del collega incompetente. Questi qui poi danno ordini, già, come se li avessimo eletti noi e gli avessimo chiesto di darceli!!

CAZZO RIDI ?!?!?

La vogliamo finire una volta per tutte con questa pagliacciata dell'euro e dell'europa unita ?
Facciamolo il default, vedi poi come ridono quei due con le loro banche impestate di debito italogrecoportospagnoirlandese.

Per noi c'è poco da ridere... il ritorno ad una moneta nazionale svalutata porterà anni di sudore, lacrime, sangue e miserie. Obbedire agli ordini di quei due porterà anni di sudore, lacrime, sangue e miserie.

Berlusconi lo sai già di essere finito come politico, una volta tanto tira fuori le palle per un valido motivo.... NO, non quel motivo!!!!


Domanda: perchè riformare le pensioni se l'inps è l'unico ente italiano coi conti in ordine ?

venerdì 14 ottobre 2011

Chi è costui ?


è Dennis Ritchie che è morto ieri.

riporto da wikipedia:

Nato a Bronxville, New York, si laureò ad Harvard, e dal 1967 iniziò a lavorare presso i Laboratori Bell, nel loro centro di ricerca informatico; qui sviluppò la prima versione del sistema operativo Unix e scrisse il primo Unix Programmer's Manual (1971).
Insieme a Brian Kernighan e Ken Thompson sviluppò poi il linguaggio di programmazione C.
Con Kernighan scrisse il libro Programmare in C (titolo originale: The C Programming Language), oggi reputato un testo fondamentale per i programmatori e noto, nell'ambiente, come "il K&R".

ovvero uno che ha contribuito ad INVENTARE molto di quello che oggi chiamiamo informatica..........

......a differenza di quell'altro (sempre rispettabilissima persona per carità) che ha contribuito ad inventare mele morsicate.

sabato 8 ottobre 2011

come vincere al lotto

se volete saperlo andate QUI.
.
il blog del SALMO69 pubblica spesso articoli interessanti, ma questa volta si è superato.





volete VINCERE AL LOTTO ????


questo invece è il mio metodo collaudato per vincere al totocalcio

lunedì 19 settembre 2011

venerdì 16 settembre 2011

Esco a fare un giro in bici: Bergamo alta (23/08/2011)

sant'agostino
Sono andato fino a Roma in bicicletta, ma non era mai andato a Bergamo che è qui quasi dietro l'angolo.





mura e bastioni

giovedì 15 settembre 2011

Sta succedendo di nuovo

Sono più di vent'anni che ho la patente e anche se vado molto in bicicletta la macchina mi capita ancora di usarla. Alcuni anni fa, forse 10 o 12, ancor prima dell'avvento di internet in casa mia decisi di passare da un'assicurazione RCA tradizionale ad un contratto OnLine, nel caso specifico fatto per telefono con il call center di una delle più note agenzie assicurative in rete iperpubblicizzata da tv, giornali, passaparola.


martedì 13 settembre 2011

Pedalando sulla via francigena: i costi del pellegrinaggio

Tra i post di maggior interesse nel mio blog sul cammino inglese che ho fatto lo scorso anno c'era sicuramente quello che riguardava le spese sostenute per il pellegrinaggio.

Quest'anno ho preso la bicicletta per raggiungere la capitale per cui avendo la fortuna di vivere relativamente vicino alla via Francigena (66 km da Fidenza) ho pedalato direttamente da casa, mentre per il ritorno ho preso il treno.





lunedì 12 settembre 2011

Esco a fare un giro in bici: (Giorno 7 - a spasso per Roma)

14 agosto 2011

dormitorio "maschile"
 Oggi la sveglia suona a sette e dieci, ma non devo correre da nessuna parte, a parte il treno che dovrò prendere più tardi.


domenica 11 settembre 2011

Esco a fare un giro in bici: (giorno 6 - Viterbo - Roma)



13 agosto 2011:

S.Martino al cimino
Oggi è l'ultimo giorno di viaggio. Sveglia alle sette e colazione: non è certo una colazione da grand hotel ma non manca niente e per un pellegrino è più che sufficiente.

David mi ha parlato ieri della variante cimina che è più corta, ma più faticosa. Prima di decidere cosa fare però faccio un giro per Viterbo che a quest'ora è semi deserta (qualche foto di Viterbo nel post precedente).  E' divertente girare per la città quando non c'è quasi nessuno.

martedì 6 settembre 2011

Esco a fare un giro in bici: (giorno 5 - San Quirico d'Orcia - Viterbo)

un casolare
12 agosto 2011

val d'Orcia
Oggi sveglia alle 7 ma mi sento stranamente inquieto: la tappa di ieri mi ha lasciato le prime vesciche sulle mani e sul sedere e comunque non mi sento di buon umore. Tutti gli altri pellegrini sono già partiti mentre la coppia di ciclisti di Asti non da segni di vita :-)

domenica 4 settembre 2011

Esco a fare un giro in bici: (giorno 4 - Gambassi Terme - San Quirico d'Orcia)

11 agosto 2011

Buongiorno.....
Il titolo è bugiardo, da dove ho dormito (l'ostello Sigerico a S.Maria Assunta a Chianni) a Gambassi T. c'è ancora un km buono di salita che mi separa dal primo caffè della giornata. Poco dopo le sette sono già in strada che oggi la tappa che ho in mente di fare è piuttosto ricca di cose da visitare, ma come dicevo, dopo un chilometro sono già fermo in una pasticceria a fare colazione attirato dal profumo di dolci e caffè. C'è una leggera foschia che sale dalla valle ma il sole scalda l'aria. Riprendo la bici e parto per San Gimignano. Faccio poca strada e davanti a me compaiono le sagome delle ciclo/pellegrine incontrate ieri sera all'ostello, probabilmente si sono svegliate tardi (parlavano di svegliarsi alle 5!!!) oppure si sono attardate anche loro in pasticceria.

sabato 27 agosto 2011

Esco a fare un giro in bici: (giorno 3 - Valpromaro - Gambassi Terme)

10 agosto 2011


saluti da Valpromaro
Mi sveglio più tardi del solito (anche stanotte mi sono svegliato verso le tre....) e mi metto a scrivere sul libro del pellegrino il mio personale ringraziamento. Faccio colazione con quello che trovo in cucina e bevo non uno, ma ben due caffè piuttosto osceni. Alle otto e mezza sono pronto per partire per Lucca dove mi fermerò tutta la mattinata.
uliveto (Piazzano)




Tanto per gradire prima di arrivare in città passo da Piazzano così da poter dire che anche stamattina ho iniziato la giornata con una bella salitella e una divertente discesa (su asfalto) nel bosco.



venerdì 26 agosto 2011

esco a fare un giro in bici: (giorno 2 - Cassio - Valpromaro)

9 agosto 2011

E' già mattina. Ero in camera da solo nell'ostello ma sono riuscito a dormire male lo stesso. Mi è capitato  quello che mi capitava quando siamo andati a Santiago che mi svegliavo in piena notte e passava più di un'ora prima che riuscissi a prendere sonno. Il fatto positivo di essere in stanza da solo è che posso fare tutto quello che mi pare senza preoccuparmi degli altri ospiti dell'ostello: stamattina ho fatto colazione in camera con i crackers e le marmellatine che mi ero portato da casa in quantità industriale. Faccio pochi metri e mi accorgo di avere ancora fame e approfitto della forneria di Cassio per prendere un bel pezzo di focaccia da mangiarmi nel breve tratto di discesa che mi resta da fare prima della salita verso Berceto e il passo della Cisa.

lunedì 22 agosto 2011

esco a fare un giro in bici: (giorno 1 - Manerbio - Cassio)

8 agosto 2011

Ho salutato tutti ieri, la bici è già carica e la colazione è fatta. Non fa caldo, sono solo le sette, in casa dormono tutti e fuori si sente solo il camion che vuota i cassonetti. E' ora di partire e le incertezze che avevo evitato di affrontare in questi giorni mi assalgono tutte contemporaneamente......... paura? Se dovessi dare ascolto al mio stomaco tornerei a letto. Parto. La prima meta è Fidenza dove mi metterò sulla via Francigena, da lì tutti i chilometrì che farò saranno in più.

venerdì 19 agosto 2011

Esco a fare un giro in bici: la "MIA" Francigena

L'avevo detto a Federico quando da piccolo facevamo brevi tragitti in bicicletta per il paese: per i miei primi quarant'anni vado a Roma in bici. Vieni anche tu? :-)
E alla fine ci sono andato a Roma. Un po' per volta ho riscoperto l'antica passione per il pedale e ora che sono tornato da sei giorni esco a farmi una pedalata di due/tre ore anche col caldo torrido di questa strana estate.
Fede invece non mi ha seguito anche per volontà mia, ma è stato comunque importante dato che ad ogni compleanno si preoccupava di ricordarmi che mancava un anno in meno al mio (nostro) viaggio!

lunedì 1 agosto 2011

Esco a fare un giro in bici: fin sul monte Maniva (30/7/11)

Questo è il resoconto di una delle mie giornate di allenamento in bici più dure (la più dura!!).
Era un po' che avevo in mente di farlo, tipo quando andavo spesso in MTB nel 2005 o giù di lì, ma poi ho smesso di pedalare (non che facessi sul serio, si intende) e in vista del mio primo cicloviaggio a Roma ho deciso di provarci.

lunedì 25 luglio 2011

lunedì 4 luglio 2011

Gli scontri in Val di Susa

Prove generali di regime - Crisis
Gli scontri in Val di Susa: la testimonianza di chi c'era/1 - Crisis
Gli scontri in Val di Susa: la testimonianza di chi c'era/2 - Crisis
Gli scontri in Val di Susa: la testimonianza di chi c'era/3 - Crisis

Mi sono preso una pausa nello scrivere, però continuo a leggere. Una cosa di cui non ho ancora capito un cavolo è quella della faccenda della tav in val di Susa, forse perchè nessuno spiega mai il perchè del No_TAV o forse perchè quella ferrovia non passa dietro il mio giardino. Fatto sta che se uno guarda i tg si potrebbe fare certe idee. Io stesso che non guardo i tg ma li ascolto solamente (quando sono al pc do di schiena alla tv) mi sono chiesto chi siano questi cattivoni che spaccano tutto, che impediscono i lavori, che fanno del male ai poliziotti.

Sopra ci sono dei link che mi hanno aiutato ad approfondire il tema ....

........ approfittatene.....

giovedì 30 giugno 2011

in pausa

mi sono reso conto la settimana scorsa che non sto guardando la tele... i miei colleghi mi hanno avvisato di un passaggio di un asteroide grosso come un autobus vicino (si fa per dire) alla Terra... mia nonna l'ho sentita parlare di un nuovo omicidio efferato dove... boh, a Cesano Boscone ecc ecc. Non guardo il tg che tanto dicono solo che quando fa caldo fa caldo e quando piove piove..

Mi prendo una piccola pausa dal blog che ho voglia di godermi l'estate (e poi non ho un cazzo da scrivere) :o)

Ci sentiamo tra un mese o due

sabato 25 giugno 2011

L'editoriale fantapolitico



Ho un blocco mentale. Il varco del centesimo sputo di questo blog sta per essere inesorabilmente varcato e non ci sarà più possibilità di tornare indietro.

mercoledì 22 giugno 2011

tempi bui

Il governo per puri fini propagandistico elettorali (1) (secondo me) ha fatto in modo che si potesse recuperare la tassazione degli straordinari degli anni 2008-09 nella dichiarazione dei redditi di quest'anno.

martedì 21 giugno 2011

è arrivata l'estate

 scusate la faccia

minchia che caldo

ci vorrebbe un po' di pioggia!....................... :o)

lunedì 20 giugno 2011

Primo mese: un piccolo bilancio

Allora: mi sto preparando per fare un viaggio in bici in agosto di qualche centinaio di chilometri verso sud, probabilmente Roma o forse Assisi, comunque tentando di sfruttare parte della via Francigena. Viaggiare in bici o addirittura a piedi è una cosa che ho scoperto da poco e mi piace molto: viaggiando con lentezza ci si gode di più il paesaggio, il clima, la gente, il cibo... ci si gode di più la vita.

sabato 18 giugno 2011

Esco a fare un giro in bici:a Gardone v/t

Mio zio ottantenne, quando lo vado a trovare che sto lì un po' di tempo attacca a parlare di quando lui e la zia erano giovani e vivevano dentro le baracche di un cantiere edile a Gardone. Un periodo della loro vita dove avevano poco o niente se non la salute, la giovinezza, il gatto e se stessi. E stavano da Dio.

giovedì 16 giugno 2011

Strane visite

una domanda per chi usa BLOGGER come piattaforma per il proprio blog: non so voi, ma ultimamente sto ricevendo più visite del solito ogni giorno e sempre dalla stessa origine, che nel mio caso è il blog di Luby L'eco del mondo. Ora forse non ci avrei dato peso, ma la blogger in questione in questo momento dovrebbe essere in viaggio di nozze e non credo pensi al suo blog per cui la causa dovrebbe essere qualche altro bug di BLOGGER. Capita anche a voi?

mercoledì 15 giugno 2011

Esco a fare un giro in bici: ce l'ho fatta

Un sabato come tanti in questo strano mese di giugno dove quando monti in sella devi guardare il cielo, cercare le nuvole cariche di pioggia e partire pedalando dalla parte opposta, non importa che sia contro vento, l'importante è non annegare in un temporale.

venerdì 10 giugno 2011

l'editoriale fantapolitico

c'è poco da dire: il fatto che piova da parecchi giorni fa sì che ci sono molte probabilità che venga raggiunto il quorum e a quanto pare mezza italia più uno sembra orientata per i 4 SI

mercoledì 8 giugno 2011

gli appassionati del meteo

a tutti piace sapere che tempo farà domani. Ecco, se volete sapere che tempo farà potete affidarvi a uno dei tanti siti che propongono previsioni (qui a fianco vedete un bell'esempio di widget di ilmeteo.it ); mentre se volete sapere che tempo fa in questo momento potreste utilizzare questo sistema:

martedì 7 giugno 2011

lo spione nel computer di casa

in questo momento sto usando il portatile di famiglia, quello nuovo nuovo, ma già vecchio, che i pc dopo tre mesi di vita sono già obsoleti. Del mio vecchio vecchio computer è rimasto solo l'hard disk, il monitor e la tastiera, ma con 70 euro sono riuscito qualche tempo fa grazie a un conoscente a poter riutilizzare questi pezzi con un nuovo vecchio pc riassemblato.

giovedì 2 giugno 2011

Esco a fare un giro in bici: 100

Ultimo giorno di maggio, viste le previsioni meteo inclementi è forse l'unica occasione per fare un giro al Lago di Garda, destinazione Padenghe.


mercoledì 1 giugno 2011

Mettersi all'opera

piove e comunque per oggi ho già dato. Sarebbe ora di fare qualcosa per quei soffitti che ormai non sono più così bianchi, la pittura c'è, i pennelli ci sono, il tempo libero non manca............





manca la voglia di lavorareeeeee (1)

(1) nota per eventuali feticisti: il piede nella foto non è mio

ieri era la giornata mondiale senza tabacco

Cosa dice il dottor Mozzi, medico secondo natura e persona che ha tutta la mia stima (ma che non conosco minimamente): "siamo quello che mangiamo ed è quello che mangiamo che ci fa star male" e "la maggior prte dei tumori è provocata da ciò che mangiamo, il fumo ha un ruolo marginale" (1).

il dottor Mozzi vive QUI

Non so se ha ragione, non so se ha torto, comunque ci sono un sacco di ottime ragioni per smettere di fumare, tipo il risparmio economico, il miglioramento dell'alito, il fatto che James Dean col ciuffo e la sigaretta in bocca sia ormai fuori moda... Se per caso avete perso l'occasione ieri di smettere di fumare fatelo oggi, non perdete tempo!


Nel frattempo piove... sono uscito per un'ora a collaudare i parafanghi ma quello posteriore, troppo corto, ha fatto sì che mi si riempissero le mutande di fango.

beh, forse non pioveva così forte però...

(1) glielo sentito dire alla tele su TeleColor, per cui è vero, dev'essere vero!