Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

venerdì 1 ottobre 2010

CULInaria faidamè: la caponata di melanzane

Sono rimaste due melanzane nell'orto dei miei e mia mamma si è affrettata a sbolognarmele domenica dopo pranzo.
Non sono proprio la mia passione questo ortaggio, ma come spesso capita il piatto che mi riesce meglio è proprio un piatto con le melanzane: la caponata.
La ricetta che ho io prevede i seguenti ingredienti:
1 kg di melanzane viola
400 g di polpa dipomodoro
1 cipolla media
250 g di sedano (pulito)
100 g di olive
1 pugno di capperi
olio, sale, pepe
4 cucchiai di zucchero
5 chucchiai di aceto bianco

Naturalmente le due melanzane che mi hanno regalato arrivano a malapena a 500 g per cui ho dovuto dimezzare tutte le dosi; inoltre non sono nemmeno viola scuro ma sono bianche tendenti al violetto, ma non sto certo a guardare il capello....


Per prima cosa bisogna lavarle e tagliarle a pezzetti (tipo quando si fanno le patate al forno) e metterle in una ciotola con acqua e un pugno di sale grosso.
Dovranno restarci per circa un'ora o fino a quando l'acqua è diventata scura, quindi vanno sciacquate e asciugate.
Nel frattempo si taglia la cipolla e la si fa soffriggere in una padella con un po' d'olio (senza farla dorare troppo...), si aggiunge la polpa di pomodoro (si possono usare anche pomodori maturi frullati se la mamma te ne regala qualcuno :oD), si regola di sale (io butto sale a caso, non chidete quanto...) e si cuoce questo sugo per mezz'ora a fuoco basso.
Nell'attesa pulire e lavare il sedano e tagliarlo a pezzetti, lavare i capperi (se come me usate quelli sotto sale) e preparare le olive.
Quando saranno pronte le melanzane vanno fatte rosolare in una padella bella larga (io non ce l'ho e di solito uso quella più grande che ho in casa, giusta giusta per mezzo chilo di melanzane...) con olio extra vergine mescolando continuamente per evitare che si attacchino.
Quando saranno colorite aggiungere olive, capperi e sedano. Regolare di sale e pepe e cuocere per dieci minuti mescolando.
A questo punto unire il sugo e cuocere coperto a fuoco basso per un'ora. (i tempi sono più o meno gli stessi anche con metà ingredienti).
Alla fine si aggiunge lo zucchero e l'aceto, si mescola bene e si lascia riposare (naturalmente in casa non avevo aceto bianco, ma di mele, ma va bene lo stesso..).

Tutti quelli che propongono questa ricetta dicono che sia più buona fredda il giorno dopo......... provare per credere!!!!


Nessun commento:

Posta un commento

commenti? fate vobis