Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

giovedì 23 settembre 2010

la piscina fuoriterra: bilancio di fine stagione


Era l'anno scorso che ci vedeva impegnati al montaggio della piscinetta che abbiamo nel giardino sul retro. Un lavoro a dire il vero semplicissimo (*). Mi sarei aspettato un sacco di rotture "di palle" e imprevisti vari dato che a volte sono un pasticcione, invece in meno di un paio d'ore la piscina era in piedi, pronta per essere riempita. Per il riempimento, fatto con acqua di acquedotto e non di pozzo (per evitare che diventi "subito" melmosa" ) è durato un giorno e una notte (la piscina è circa 4 x 5,5 mt e contiene 16 m3 d'acqua). Malgrado qualche perdita con pochi trattamenti l'acqua in pratica è la stessa che ho messo due anni fa. Io sinceramente, dato che il bel tempo persiste, sto ancora aspettando di fare l'ultimo bagno, ma nel frattempo comincio a tirare le somme di questa seconda stagione da "bagnino" da giardino. Il primo anno infatti l'entusiasmo è stato tanto è non abbiamo badato a spese (nel senso che non ho controllato quanto mi potesse costare questo lusso). Quest'anno invece ho voluto controllare quanto si può spendere in una stagione e magari a qualcuno che volesse dotarsi di questo tipo di piscina potrebbe interessare.






La tabella qui sopra (cliccateci sopra per ingrandire) è il riassunto di tutti i trattamenti e controlli che ho fatto sull'acqua quest'anno.
La piscina è stata coperta da un telo per tutto l'inverno e dato che il gatto obeso del mio vicino di casa si divertiva a passeggiarci sopra a marzo ho scoperto che il telo era squarciato e definitivamente inutilizzabile (il gatto è salvo per fortuna!), quindi ho dovuto acquistare un telo nuovo (16 €). Ho fatto poi il trattamento d'urto con cloro granulare che avevo avanzato l'anno scorso, ma ne ho comprato 1 kg per fare il trattamento prima dell'inverno e che userò la prossima primavera quando la scoprirò di nuovo (4 €). Il controllo del ph dell'acqua è molto importante e va fatto spesso le prime volte o quando ci sono temporali (l'acqua piovana può alterarlo): ho usato ancora le striscette per il test che avevo preso l'anno scorso, ma credo che abbiano una scadenza per cui l'anno prossimo le dovrò ricomprare (credo costino tra i 3 e i 10 € ?!?!?). A 24h dal primo trattamento si può iniziare il trattamento di mantenimento dell'acqua: io uso pastiglie di tricloro da 200g da mettere nello skimmer. Dalla tabella si potrà notare che l'aggiunta della pastiglia non è regolare: io di solito ne metto una nuova quando l'altra è finita; si consuma più cloro durante i periodi più caldi (per. es. a luglio 1 pastiglia quasi ogni 3-4 giorni, gli altri mesi anche ogni 6-7) oppure quando l'impianto di filtrazione dell'acqua resta acceso troppo a lungo (quando ci si dimentica di spegnerlo per esempio) o quando ci sono molti bagnanti. Quest'anno ho provato ad acquistare delle pastiglie economiche in confezione da 5 kg che secondo mè hanno funzionato benissimo (34 €), ma per finire la stagione ho dovuto prenderne un'altra confezione da 1 kg di marca stavolta (7.9 €). Soprattutto quando fa molto caldo va aggiunto almeno una volta la settimana dell'antialghe: ne ho consumato circa 3 lt, ma ne avevo presi 4 (7.8+2.9+3.9 €) per cui lo userò l'hanno prossimo. A differenza dell'estate scorsa però quest'anno ho dovuto regolare qualche volta il ph, dato che ha piovuto più spesso e l'acidità della pioggia abbassa il ph; ho usato il phPlus dello scorso anno e ne ho dovuto prendere un altra confezione per sicurezza (3.5 €). Due o tre sere al mese poi ho deciso di spruzzare un repellente per insetti sul bordo per evitare che di notte vadano tutti a morire dentro la nostra piscina (1lt 9.5 €); funziona, ma non troppo così che tutte le mattine (o quando avevo tempo) il bagnino doveva recuperare i cadaverini dal fondo col retino che si è anche rotto. Per fortuna ho adattato il manico di un vecchio mocio vileda e sono riuscito a recuperarlo: nuovo mi sarebbe costato dai 10 ai 15 €.
Per l'inverno va aggiunto all'acqua un prodotto particolare (invernante) che probabilmente fungerà da antigelo: andrebbe messo nell'acqua prima di coprire la piscina e quindi si dovrebbe ripetere il trattamento in pieno inverno. Quest'anno non ho fatto il secondo trattamento ed in effetti quando sono andato a controllare l'acqua in molti punti era ghiacciata ma fortunatamente la piscina non ha subito danni. Per quest'inverno con l'invernante dovrei essere a posto
Altra spesa da fare è per la sostituzione della sabbia nel filtro che va cambiata ogni due anni perchè sia efficacie: è una sabbia particolare con polvere di quarzo (ma non vorrei dire cavolate)e sinceramente non so quanto costi (non penso comunque più di 10 €).
Altra questione poi è l'acqua: ne ho aggiunta un po' quando ho scoperto la piscina perchè quando ho ricollegato l'impianto filtrante (che va scollegato tutti gli inverni per evitare di danneggiare il filtro e i tubi) un po' d'acqua se n'è andata. In più ne aggiungo sempre quando fa molto caldo perchè è inevitabile che ne evapori un po', oppure quando la scarico per fare il lavaggio e il risciacquo del filtro: questa spesa non è facilmente quantificabile, ma voglio esagerare e dico 30 €.

Alla fine ho speso:

prodotti per la piscina: 73.5 €
telo per l'inverno: 16 €
un materassino nuovo: 5 €
acqua aggiunta: 30 € (stima x eccesso)

TOTALE: 119.5 €


Questo è quanto. Per domande, curiosità, dubbi e anche consigli scrivete senza indugi a kermitilrospochicciolayahoopuntoit (sostituendo la scritta chiocciola con @ e la scritta punto con .) :o)

Per correttezza andrebbe aggiunto anche il prezzo della sabbia nuova per il filtro e i tester nuovi per il ph ma questo lo metto tutto a bilancio nell'anno prossimo.

Ora due parole sull' invernaggio, ovvero quello che si deve fare per mantenere l'acqua dentro la piscina d'inverno senza doverla svuotare, smontare, asciugare e riporre con cura.

Prima di tutto bisogna fare un trattamento d'urto con cloro in grani, sciogliendo il cloro preventivamente in un secchio d'acqua per evitare che i grani non sciolti vadano a "sbiancare" il fondo della piscina che di solito è azzurro.
L'anno scorso ho fatto anche circolare un po' l'acqua con la pompa, ma non credo sia necessario a meno di avere proprio l'acqua sporca o piena di foglie/insetti morti.
A questo punto si possono staccare i tubi di mandata e ritorno dal filtro e mettere un tappo o una saracinesca ai raccordi che escono dalla piscina. Io mi sono costruito due tappi da solo usando quei tubi di plastica grigi per fare gli impianti idraulici: nella ferramenta dove mi sono fornito ce ne sono dei tipi che si incastrano tra loro con dei raccordi che hanno una guarnizione: ho usato due di questi raccordi opportunamente tappati e siliconati da una parte delle dimensioni corrette; appena sarà disponibile posterò una foto perchè è più facile a farsi che a dirsi.

Dopo ventiquattro ore si può mettere il prodotto invernante, magari distribuendolo sulla superficie della vasca sempre con un secchio e acqua (l'anno scorso per la nostra piscina 3.3 * 5.5 ne ho usato un litro); il consiglio che c'è sulla confezione è di ripetere l'operazione anche in pieno inverno e forse credo sia utile farlo dato che, come dicevo, l'acqua mi si è un poco ghiacciata.

Ora la si può coprire: l'anno scorso ho lasciato un materassino gonfiabile sotto il telo per vedere se poteva reggere meglio il peso dell'acqua e della neve, le istruzioni che avevo consigliavano di metterne anche una pila di gonfiabili al centro per fare una specie di "tetto" e far scivolare acqua e neve via dal centro dove il telo è probabilmente più sollecitato; io però metterei il telo molto vicino all'acqua così che l'acqua piovana o la neve galleggino sull'acqua sottostante.
Per sapere come troverete l'acqua in primavera, beh io l'ho trovata come descritto in questo post


(*) un rivenditore per il montaggio mi ha chiesto 200 €

5 commenti:

  1. Bravo mi sei stato di aiuto. Grazie da Mario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te, l'ho scritto apposta dato che le prime volte qualche dubbio l'ho avuto anchio.

      Elimina
  2. Molto utile e molto preciso... Ma secondo me nel conteggio dei costi manca la corrente consumata dalla pompa... Io sto valutando l'acquisto di una piscina come la tua e il discorso dei costi di mantenimento mi attanaglia... Ma la pompa deve funzionare in continuo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti non ho valutato nemmeno io questo costo. comunque alla presa di corrente della pompa ho collegato un timer (di quelli che si possono spostare su tutte le spine... da 20€) e faccio partire la pompa quando mi pare. generalmente quando c'è gente in acqua però lo escludo e lascio il sistema di filtraggio sempre acceso.

      ciao

      Elimina
  3. Silver Silvan8 agosto 2014 07:50

    Che blog versatile ... Però mancano le poesie!

    RispondiElimina

commenti? fate vobis