Sample Text

questo blog non è una testata giornalistica..... e si vede!

martedì 14 settembre 2010

CULInaria faidamè - La pizza e i panzerotti

Ogni tanto mi capita di avere avanzi in frigo tipo vasetti di sottaceti aperti da tempo immemorabile, mozzarelle in scadenza, un wurstel solitario e per non buttare tutto in pattumiera di solito butto tutto sopra una pizza un po’ all’americana.

Per l’impasto ci sono varie ricette, io quando la voglio soffice soffice uso la stessa ricetta della focaccia che trovate qui con qualche accorgimento: alla seconda lievitazione non condisco ancora la pizza, ma la lascio nella teglia a gonfiarsi e solo dopo la condisco a piacere.

Quella che ho fatto oggi è prodotta coi seguenti avanzi :o)

Mezza scatola di polpa di pomodoro aperta due giorni fa
4 carciofini sbriciolati
un’acciughina
il wurstel solitario che in frigo non manca mai
una sottiletta e una mozzarella in scadenza
origano



un po’ di sale e un filo d’olio e poi nel forno a 220 gradi per 20 minuti circa

.....che fameeee!!

Nell’attesa tra una lievitazione e l’altra oggi ho dato un’occhiata al “benedetto” libro della Parodi, ovvero “cotto e mangiato” e a pagina 112-113 ci sono le ricette per i panzerotti.
Lei usa pasta per pizza comprata al banco frigo di un supermarket, ma dato che c’ero ho rubato un pugno di impasto dalla pizza/focaccia, l’ho steso col matterello, ne ho ricavato dei cerchi con uno stampo e li ho riempiti con gli stessi ingredienti della pizza e alcuni pomodorini, poi li ho richiusi con la forchetta e li ho messi in forno per 12 minuti a 180 gradi (si potrebbero anche friggere in realtà, ma dato che devo accendere il forno per la pizza.....).




Ecco il risultato:

Lasciateli raffreddare un po’ prima di servirli!

Nessun commento:

Posta un commento

commenti? fate vobis